Le cose che piacciono a me


Stephen Hough (1961) esegue la propria trascrizione-arrangiamento per pianoforte del song di Richard Rodgers My Favourite Things, tratto dal musical The Sound of Music (1955).


Annunci

La superstizione porta sfortuna (per Giuliana)


Il pianista, matematico, filosofo, scrittore e prestigiatore statunitense Raymond Smullyan (1919-2017) esegue il Preludio e Fuga in la minore BWV 543 di Johann Sebastian Bach nella trascrizione per pianoforte di Franz Liszt.
Smullyan, che all’epoca di questa interpretazione aveva all’incirca 88 anni, è l’autore del pensiero che dà il titolo al presente articolo; la frase era piaciuta molto anche a Umberto Eco, il quale la menzionò nel Pendolo di Foucault.


Bach-Liszt BWV 543
Questo articolo è dedicato a Giuliana, che non è superstiziosa.

565 & 596


Antonio Vivaldi (1678-28 luglio 1741): Concerto grosso in re minore op. 3 n. 11 RV 565. Accademia Bizantina, dir. Ottavio Dantone.



Johann Sebastian Bach (1685-28 luglio 1750): Concerto in re minore per organo BWV 596, da Vivaldi. Ton Koopman all’organo della Martinikerk di Groningen.


Presto II


Édouard Lalo (1823-22 aprile 1892): Terzo Trio in la minore per violino, violoncello e pianoforte op. 26 (1880). Trio Parnassus.

I. Allegro appassionato
II. Presto [a 9:57]
III. Très lent [a 14:40]
IV. Allegro molto [a 25:42]



Édouard Lalo: Scherzo in re minore per orchestra (1884); trascrizione del II movimento dell’op. 26. Orchestre de Paris, dir. Jean-Pierre Jacquillat.


Lalo, Scherzo in re minore