565 & 596


Antonio Vivaldi (1678-28 luglio 1741): Concerto grosso in re minore op. 3 n. 11 RV 565. Accademia Bizantina, dir. Ottavio Dantone.



Johann Sebastian Bach (1685-28 luglio 1750): Concerto in re minore per organo BWV 596, da Vivaldi. Ton Koopman all’organo della Martinikerk di Groningen.


Annunci

BWV 532


Johann Sebastian Bach (1685-1750): Preludio e fuga in re maggiore BWV 532 (?1710). Ton Koopman all’organo Schnitger (1689-93) della Sankt-Jacobi-Kirche in Amburgo.
Confrontando quella di Koopman con altre interpretazioni del medesimo brano si osserverà in primo luogo la differente accordatura dell’organo di Sankt Jacobi: quando lo strumento fu restaurato, nel 1993, al fine di ampliarne le possibilità espressive si decise di adottare un temperamento mesotonico modificato, con LA a 495,45 Hz.

Toccata e fuga dorica



Johann Sebastian Bach (1685-1750): Toccata e fuga in re minore («dorica») BWV 538. Ton Koopman all’organo Schnitger (1689-93) della Sankt-Jacobi-Kirche in Amburgo.
Se confrontate questa con altre registrazioni del medesimo brano riscontrerete la differenza di accordatura: per lo strumento di Amburgo è stato in effetti adottato un temperamento mesotonico modificato, con LA a 495,45 Hz.
L'organo di Arp Schnitger nell'Hauptkirche Sankt-Jakobi di Amburgo, da Wikipedia