Scene alsaziane

Jules Massenet (1842 - 1912): Suite sinfonica n. 7, Scènes alsaciennes (Souvenirs) (1882). Orchestre national de l’Opéra de Monte-Carlo, dir. sir John Eliot Gardiner.

  1. Dimanche matin: Allegretto moderato – Andante religioso – Tempo I
  2. Au cabaret: Allegro – Allegro moderato assai – Tempo I [6:58]
  3. Sous les tilleuls: Adagio sostenuto [12:08]
  4. Dimanche soir: Allegro moderato – Retraite française: Allegro moderato – Adagio – Tempo I – Allegro [17:00]

Nella Retraite française suonano «à l’extérieur» (dietro le quinte) una tromba da segnali, un tamburo militare e una campana.
Per comprendere il significato della parola souvenirs (ricordi) nel sottotitolo, giova rammentare che, all’epoca in cui questa suite fu composta, l’Alsazia non era territorio francese: a seguito della sconfitta nella guerra del 1870 (cui Massenet aveva preso parte come volontario nella Guardia nazionale), la Francia era stata costretta a cedere Alsazia e Lorena al regno di Prussia (trattato di Francoforte, 1871); le due regioni furono restituite alla Francia dopo la prima guerra mondiale (trattato di Versailles, 1919).


Pagine di guerra


Alfredo Casella (1883-1947): Pagine di guerra op. 25, «quattro films musicali per pianoforte a 4 mani» (1915). Sandro Ivo Bartoli e Marcello Guerrini, pianoforte.

I. Nel Belgio: sfilata di artiglieria pesante tedesca. Allegro maestoso e pesante [a 0:58]
II. In Francia: davanti alle rovine della Cattedrale di Reims. Lento, grave [a 3:14]
III. In Russia: carica di cavalleria cosacca. Allegro molto vivace [a 5:39]
IV. In Alsazia: croci di legno… Tempo di berceuse (Andante molto moderato) [a 7:28]



Alfredo Casella: Pagine di guerra op. 25b, versione per orchestra con l’aggiunta di un quinto brano (1917). Orchestra Sinfonica di Roma, dir. Francesco La Vecchia.

I. Nel Belgio: sfilata di artiglieria pesante tedesca. Allegro maestoso e pesante
II. In Francia: davanti alle rovine della Cattedrale di Reims. Lento, grave [a 1:58]
III. In Russia: carica di cavalleria cosacca. Allegro molto vivace [a 4:22]
IV. In Alsazia: croci di legno… Tempo di berceuse (Andante molto moderato) [a 5:38]
V. Nell’Adriatico: corazzate italiane in crociera. Allegro molto maestoso [a 8:29]


Corriere della sera, 24 maggio 1915

Le Tombeau de Couperin


Maurice Ravel (1875-1937): Le Tombeau de Couperin, suite per pianoforte (1914-17). Alexis Weissenberg, pianoforte.
Cent’anni fa, il 28 luglio 1914, con la dichiarazione di guerra dell’Austria-Ungheria alla Serbia, ebbe inizio la prima guerra mondiale. Ciascun movimento della suite di Ravel è dedicato alla memoria di un amico caduto al fronte.

I. Prélude : Vif. Alla memoria del tenente Jacques Charlot († 3 marzo 1915)
II. Fugue : Allegro moderato [a 2:59]. Alla memoria del sottotenente Jean Cruppi
III. Forlane : Allegretto [a 5:25]. Alla memoria del tenente Gabriel Deluc († 15 settembre 1916)
IV. Rigaudon : Assez vif [a 10:33]. Alla memoria di Pierre e Pascal Gaudin († 12 novembre 1914)
V. Menuet : Allegrato moderato [a 13:45]. Alla memoria di Jean Dreyfus († fine 1916 o 1917)
VI. Toccata : Vif [a 18:20]. Alla memoria del capitano Joseph de Marliave († 1914)


VI. Toccata