Due per Stravinskij

Igor’ Stravinskij (1882 - 1971): Concerto per 2 pianoforti (1935). Vladimir Aškenazi e Andrej Gavrilov.

  1. Con moto
  2. Notturno: Adagietto [5:31]
  3. Quattro variazioni:
    • Variazione 1 [10:41]
    • Variazione 2 [12:01]
    • Variazione 3 [12:47]
    • Variazione 4 [14:00]
  4. Preludio [15:06] e Fuga [16:26]

IFS

Concerto doppio

Elliott Carter (11 dicembre 1908 – 2012): Concerto doppio per pianoforte, clavicembalo e 2 orchestre da camera (1961); commissionato dalla Fromm Music Foundation e dedicato a Paul Fromm, filantropo e mecenate. Charles Rosen, pianoforte; Ursula Oppens, clavicembalo; Fellows of the Tanglewood Music Center, dir. Oliver Knussen.
«Un capolavoro – e di un compositore americano» (Igor’ Stravinskij).

I. Introduzione
II. Cadenza per clavicembalo
III. Allegro scherzando
IV. Adagio
V. Presto
VI. Cadenza per pianoforte
VII. Coda


Elliott Carter

Il luppolo

Fryderyk Chopin (1810 - 1849): Preludio in la minore op. 28 n. 2 (1831). Evgenij Kisin, pianoforte.
Questo Preludio è stato a lungo considerato la più problematica composizione di Chopin: per le arditezze armoniche dell’accompagnamento, per la staticità della melodia (quattro volte ripetuta con varianti quasi inavvertibili), per la sconsolata mestizia dell’insieme. «Nel Preludio in la minore Chopin supera la sua epoca di intere decine d’anni», osserva Józef Chomiński; e Casella vi scorge appunto un’impressionante analogia con il preludio alla seconda parte del Sacre du printemps di Stravinskij.
Si è riconosciuta nella desolata melodia del secondo Preludio la citazione di un canto rituale di nozze polacco, intitolato Chmiel (Il luppolo), sul quale Chopin improvvisò più volte in pubblico.


Chopin

La Ballerina e il Moro


Joseph Lanner (12 aprile 1801 – 14 aprile 1843): Steyrische Tänze op. 165 (1841). Nexus Quartett Wien: Anne Harvey-Nagl e Kristin Koblitz, violini; Kurt Hintermayr, viola; Doris Muthspiel, violoncello.



J. Lanner: Die Schönbrunner, valzer op. 200. Berliner Symphoniker, dir. Robert Stolz.


Temi tratti da queste due composizioni di Lanner sono stati utilizzati da Stravinskij nel balletto Petruška (1911), quadro III n. 3: «Valzer della Ballerina e del Moro».


New York Philharmonic, dir. Leonard Bernstein.


Die Schönbrunner