Accipe coronam

Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525 - 1594): Veni sponsa Christi, mottetto a 4 voci (pubblicato in Motecta festorum totius anni liber primus, 1564, n. 35). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Veni sponsa Christi,
accipe coronam, quam tibi Dominus
praeparavit in aeternum.


Palestrina: Missa «Veni sponsa Christi» a 4 voci sul mottetto omonimo (pubblicata in Missarum liber nonus, 1599, post.). Choir of St John’s College, Cambridge, dir. George Guest.


GPdP

Vestiti di bianco

Tomás Luis de Victoria (1548 - 1611): O quam gloriosum est regnum, mottetto a 4 voci (da Motecta, que partim quaternis, partim quinis, alia senis, alia octonis vocibus concinuntur, 1572, n. 1). The Sixteen, dir. Harry Christophers

O quam gloriosum est regnum
in quo cum Christo gaudent omnes Sancti!
Amicti stolis albis,
sequuntur Agnum, quocumque ierit.


Arrangiamenti della regina di Saba

Georg Friedrich Händel (1685 - 1759): «Arrival of the Queen of Sheba», sinfonia (preludio) al III atto dell’oratorio Solomon HWV 67 (1749). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Gli adattamenti di questo brano per organici diversi dall’originale sono numerosi. Ve ne propongo alcuni, scegliete voi quelli che vi piacciono di più 🙂

  • per organo: Gert van Hoef all’organo della Chiesa di San Martino in Dudelange (Lussemburgo)
  • per quartetto di sassofoni: Amethyst Quartet
  • per arpa: Ekaterina Afanasieva
  • per flauti dolci e orchestra: Lucie Horsch e Charlotte Barbour-Condini, flauti; The Academy of Ancient Music, dir. Bojan Čičić

  • per mandolini e chitarre, tutti suonati da Ben Bosco
  • per ensemble di ottoni: 10forBrass.

GFH

Timor et tremor

Orlando di Lasso (1530/32 - 1594): Timor et tremor, mottetto a 6 voci (pubblicato in Thesaurus Musicus III, 1564, n. 6). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Timor et tremor venerunt super me,
et caligo cecidit super me:
miserere mei, Domine, miserere mei,
quoniam in te confidit anima mea.

Exaudi, Deus, deprecationem meam,
quia refugium meum es tu et adjutor fortis.
Domine, invocavi te, non confundar.


Come te stesso

William Byrd (c1540 - 1623): Diliges Dominum, mottetto per doppio coro a 8 voci (da Cantiones quae ab argumento sacrae vocantur, 1575, n. 25); testo: Matteo XXII:37 e 39. The Sixteen, dir. Harry Christophers.
Ecco un meraviglioso esempio di canone inverso: nella seconda metà del mottetto, i due cori si scambiano le parti, ciascuno eseguendo quella che l’altro aveva cantato nella prima metà, ma per moto contrario, cioè partendo dall’ultima nota e procedendo verso la prima.
La musica dei grandi compositori non è mai tanto semplice quanto appare 🙂

Diliges Dominum Deum tuum,
Ex toto corde tuo,
Et in tota anima tua,
Et in tota mente tua:
Diliges proximum tuum,
Sicut te ipsum.


William Byrd

Accepit panem

Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525 - 1594): Fratres ego enim accepi, mottetto per doppio coro a 8 voci (pubblicato postumo nel 1614). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Fratres, ego enim accepi a Domino quod et tradidi vobis,
quoniam Dominus Jesus in qua nocte tradebatur,
accepit panem et gratias agens fregit et dixit:
Accipite et manducate, hoc est corpus meum.
Hoc facite in meam commemorationem.


Palestrina: Missa «Fratres ego enim accepi», messa-parodia per doppio coro a 8 voci sul mottetto omonimo (pubblicata postuma nel 1601). Stessi interpreti.


GPdP

Tritico circondato da gigli

Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525 - 1594): Quam pulchri sunt gressus tui, mottetto a 5 voci (1584) su testo tratto dal Cantico dei cantici (VII:1-2). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Quam pulchri sunt gressus tui in calceamentis, filia principis!
Juncturae femorum tuorum sicut monilia quae fabricata sunt manu artificis,
umbilicus tuus crater tornatilis numquam indigens poculis,
venter tuus sicut acervus tritici vallatus liliis.


GPdP