Un direttore leggendario

Gioachino Rossini (1792-1868): Guillaume Tell (1829), ouverture. NBC Symphony Orchestra, dir. Arturo Toscanini (25 marzo 1867-1957). Registrazione del 15 marzo 1952.


Giuseppe Verdi (1813-1901): Aida (1871), ouverture (versione originale). NBC Symphony Orchestra, dir. Arturo Toscanini. Registrazione del 1940.


Richard Wagner (1813-1883): Tristan und Isolde (1865), Preludio all’atto I e «Liebestod». NBC Symphony Orchestra, dir. Arturo Toscanini. Registrazione del 29 dicembre 1951.


Toscanini

Annunci

Non più mesta

Gioachino Rossini (1792-1868): «Non più mesta accanto al fuoco», rondò dal II atto del melodramma giocoso La Cenerentola, ossia La bontà in trionfo (1817). Cecilia Bartoli, mezzosoprano; Orchestra La Scintilla, dir. Ada Pesch.


Henri Herz (6 gennaio 1803-5 gennaio 1888): Variazioni su «Non più mesta». Earl Wild, pianoforte.


Herz, Non piu' mesta

Zitti zitti


Gioachino Rossini (1792-1868): «Zitti zitti, piano piano», terzetto dal II atto dell’opera Il barbiere di Siviglia, o sia L’inutil precauzione (1816). Joyce DiDonato (Rosina), William Browning (Figaro), Patrick Greene (Almaviva).



Il medesimo terzetto eseguito al fagotto e al violoncello da Andrej Rudometkin e Boris Lifanovskij rispettivamente.



Nicolas Bochsa (9 agosto 1789-1856): Rondo sur le trio «Zitti, zitti» du Barbier de Seville. Joel von Lerber, arpa.


Nicolas Bochsa

Composte a 12 anni

Gioachino Rossini (29 febbraio 1792-1868): Sonata a quattro (2 violini, violoncello e contrabbasso) n. 1 in sol maggiore (1804). Membri dello Slovenský komorný orchester (Orchestra da camera slovacca), dir. Bohdan Warchal.

I. Moderato
II. Andantino [a 8:59]
III. Allegro [a 13:35]


Gioachino Rossini: Sonata a quattro n. 6 in re maggiore, La tempesta. Stessi interpreti.

I. Allegro spiritoso
II. Andante assai [a 12:23]
III. Tempesta: Allegro [a 15:05]


Rossini - La tempesta

Sing all a green willow I

Gioachino Rossini (1792-1868): «Assisa a pie’ d’un salice – Deh calma, o ciel, nel sonno», Canzone del salice e Preghiera dall’atto III di Otello, ossia Il moro di Venezia, dramma tragico in 3 atti su libretto di Francesco Berio di Salsa (1816). Montserrat Caballé, soprano (Desdemona); Corinna Vozza, mezzosoprano (Emilia); Orchestra della RCA Italiana, dir. Carlo Felice Cillario.

DESDEMONA
Assisa a pie’ d’un salice,
immersa nel dolore,
gemea trafitta Isaura
dal più crudele amore:
l’aura tra i rami flebile
ne ripeteva il suon.
I ruscelletti limpidi
a’ caldi suoi sospiri,
il mormorio mesceano
de’ lor diversi giri:
l’aura fra i rami flebile
ne ripeteva il suon.
Salce, d’amor delizia!
Ombra pietosa appresta,
(di mie sciagure immemore)
all’urna mia funesta;
né più ripeta l’aura
de’ miei lamenti il suon.
Che dissi!… Ah m’ingannai!… Non è del canto
questo il lugubre fine. M’ascolta… Oh dio!
(un colpo di vento spezza alcuni vetri della finestra)

EMILIA
Non paventar; rimira:
impetuoso vento è quel che spira.

DESDEMONA
Io credeva che alcuno… Oh come il cielo
s’unisce a’ miei lamenti!…
Ascolta il fin de’ dolorosi accenti.
Ma stanca alfin di spargere
mesti sospiri, e pianto,
morì l’afflitta vergine
ahi! di quel salce accanto.
Morì… che duol! l’ingrato…
Poté… ma il pianto oh Dio!
proseguir non mi fa. Parti, ricevi
da’ labbri dell’amica il bacio estremo.

EMILIA
Oh che dici!… Ubbidisco… oh come io tremo!

DESDEMONA
Deh calma, o ciel, nel sonno
per poco le mie pene,
fa, che l’amato bene
mi venga a consolar.
Se poi son vani i prieghi,
di mia breve urna in seno
venga di pianto almeno
il cenere a bagnar.
(ella cala la tendina e si getta sul letto)


Shakespeare

2016, anno scespiriano

Air chinois

Alcuni temi musicali pubblicati con funzioni esplicative da Jean-Jacques Rousseau nel Dictionnaire de musique (1768) sono stati poi inseriti in composizioni più o meno celebri. Per esempio, una melodia di ranz des vaches fornì a Rossini lo spunto per la scena finale del Guillaume Tell (1828). Questo «air chinois», invece,

Rousseau, Dictionnaire de musique

venne utilizzato da Carl Maria von Weber in una Overtura cinese scritta nel 1805 e poi confluita nelle musiche di scena composte per una rappresentazione della Turandot che Schiller aveva tratto dall’omonimo lavoro di Gozzi. Più recentemente Paul Hindemith impiegò il medesimo tema, desunto dall’Overtura cinese, nelle Metamorfosi sinfoniche.


Carl Maria von Weber (1786-1826): Ouverture e Marcia [a 4:22] per Turandot op. 37, J. 75 (1809). City of Birmingham Symphony Orchestra, dir. Lawrence Foster.


Paul Hindemith (1895-1963): Scherzo (Turandot), da Symphonic Metamorphosis of Themes by Carl Maria von Weber (1943). Berliner Philharmoniker diretti dall’autore (1955).
Il titolo originale dell’opera è in inglese: Hindemith si era stabilito negli Stati Uniti nel 1940 e le Metamorfosi furono eseguite per la prima volta il 20 gennaio 1944 dalla New York Philharmonic-Symphony Orchestra diretta da Artur Rodziński.
(Penso che Hindemith sia un compositore sottovalutato; questo Scherzo è semplicemente geniale.)

Un quodlibet irriverente


Peter Schickele (1935): Eine kleine Nichtmusik (1977).

Provate a riconoscere tutte le composizioni citate, oltre ovviamente alla serenata quasi omonima (K525) di Mozart. Se non ci riuscite, qui sotto sono elencate in ordine di apparizione 😀

I movimento
– Anonimo: Turkey in the Straw [a 0:06]
– Liszt: Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 [a 0:29]
– Brahms: Sinfonia n. 3 [a 0:32]
– Mozart: duetto «Là ci darem del mano» dal Don Giovanni [a 0:39]
– Mozart: Concerto per pianoforte n. 23 [a 0:46]
– Mozart: «Voi che sapete» dalle Nozze di Figaro [a 0:53]
– Anonimo: Canto dei battellieri del Volga [a 0:58]
– Anonimo: D’ye ken John Peel? (canzone tradizionale inglese) [a 1:17]
– Mozart: Sinfonia n. 1 [a 1:25]
– Anonimo: El jarabe tapatio [a 1:33]
– Mozart: «Voi che sapete» dalle Nozze di Figaro [a 1:40]
– Rachmaninov: Concerto per pianoforte n. 2 [a 1:47]
– Sousa: The Thunderer [a 2:11]
– Beethoven: Sinfonia n. 7 [a 2:14]
– Mozart: Sinfonia n. 41 (Jupiter) [a 2:32]
– Dvořák: Sinfonia n. 9 (Dal Nuovo Mondo) [a 2:37]
– Brahms: Sinfonia n. 3 [a 2:40]
– Brahms: Sinfonia n. 4 [a 2:50]
– Händel: «For Unto Us a Child Is Born» dal Messiah [a 3:03]
– Beethoven: Sinfonia n. 5 [a 3:13]
– Emmett: I wish I was in Dixie [a 3:23]
– Šostakovič: Sinfonia n. 9 [a 3:35]
– Čajkovskij: «Marcia» dallo Schiaccianoci [a 3:44]

II movimento
– Foster: Jeannie with the light brown hair [a 4:01]
– Čajkovskij: Nur wer die Sehnsucht kennt [a 4:38]
– Anonimo: Mary had a little lamb (canzoncina infantile) [a 4:52]
– Čajkovskij: scena dal Lago dei cigni [a 5:07]
– Beethoven: Concerto per pianoforte n. 3 [a 5:20]
– Rimskij-Korsakov: Shahrazad [a 5:20]
– Mendelssohn: Frühlingslied, n. 6 dei Lieder ohne Worte op. 62 [a 5:33]
– Brahms: Sinfonia n. 4 [a 5:40]
– Anonimo: Auld Lang Syne [a 5:53]
– Verdi: «Vedi, le fosche notturne spoglie» dal Trovatore [a 6:16]
– Wagner: Tristan und Isolde [a 6:31]
– Anonimo: Alouette (canzoncina infantile) [a 6:48]
– Tema B-A-C-H (sib-la-do-si) [a 7:04]
– Rachmaninov: Concerto per pianoforte n. 2 [a 7:12]

III movimento
– Anonimo: Here We Go Loopty Loo (canzoncina infantile) [a 7:53]
– Beethoven: Sinfonia n. 5 [a 8:14]
– Von Tilzer: Take Me Out to the Ball Game (inno ufficioso del baseball negli Stati Uniti) [a 8:36]
– Musorgskij: scena dell’incoronazione da Boris Godunov [a 8:55]
– Anonimo: Oh, Dear, What Can the Matter Be? (canzoncina infantile) [a 9:12]
– Rimskij-Korsakov: Shahrazad [a 9:23]

IV movimento
– Foster: Oh, Susanna [a 9:56]
– Rossini: galop dalla sinfonia del Guillaume Tell [a 10:11]
– Schubert: Marcia militare [a 10:15]
– Franck: Sinfonia in re minore [a 10:19]
– Sullivan: «Miya sama» dal Mikado [a 10:19]
– Grieg: «Nell’antro del re della montagna» da Peer Gynt [a 10:23]
– Musorgskij: Boris Godunov [a 10:26]
– Anonimo: Ah!, vous dirai-je, maman (canzoncina infantile) [a 10:32]
– Franck: Sinfonia in re minore [a 10:36]
– Anonimo: Old Black Joe (canto tradizionale) [a 10:44]
– Mozart: Sinfonia n. 29 [a 10:50]
– Stravinskij: dal finale di Pétrouchka [a 10:55]
– Humperdinck: Hänsel und Gretel [a 11:03]
– Offenbach: «Galop enfernal» da Orphée aux enfers [a 11:07]
– Schumann: Sinfonia n. 1 (Frühlingssymphonie) [a 11:11]
– Anonimo: Travadja La Moukère [a 11:15]
– Musorgskij: «La Grande Porta di Kiev» dai Quadri da un’esposizione [a 11:19]
– Beethoven: Sinfonia n. 5 [a 11:20]
– R. Strauss: Till Eulenspiegels lustige Streiche [a 11:30]


Peter Schickele è il compositore e musicologo statunitense divenuto celebre per aver riscoperto la figura e il lascito musicale di P.D.Q. Bach, ventunesimo figlio del Kantor di Lipsia. Credo che ne sentirete parlare ancora.

Peter Schickele