Air chinois

Alcuni temi musicali pubblicati con funzioni esplicative da Jean-Jacques Rousseau nel Dictionnaire de musique (1768) sono stati poi inseriti in composizioni più o meno celebri. Per esempio, una melodia di ranz des vaches fornì a Rossini lo spunto per la scena finale del Guillaume Tell (1828). Questo «air chinois», invece,

Rousseau, Dictionnaire de musique

venne utilizzato da Carl Maria von Weber in una Overtura cinese scritta nel 1805 e poi confluita nelle musiche di scena composte per una rappresentazione della Turandot che Schiller aveva tratto dall’omonimo lavoro di Gozzi. Più recentemente Paul Hindemith impiegò lo stesso tema, desunto dall’Overtura cinese di Weber, nelle Metamorfosi sinfoniche.
Il medesimo «air chinois» ispirò inoltre una sere di variazioni sinfoniche al com­po­si­to­re bri­tan­ni­co di origine belga Eugene Aynsley Goossens.


Carl Maria von Weber (1786 - 1826): Ouverture e Marcia [a 4:22] per Turandot op. 37, J. 75 (1809). City of Birmingham Symphony Orchestra, dir. Lawrence Foster.


Paul Hindemith (1895 - 1963): Scherzo (Turandot), da Symphonic Metamorphosis of Themes by Carl Maria von Weber (1943). Berliner Philharmoniker diretti dall’autore (1955).
Il titolo originale dell’opera è in inglese: Hindemith si era stabilito negli Stati Uniti nel 1940 e le Metamorfosi furono eseguite per la prima volta il 20 gennaio 1944 dalla New York Philharmonic-Symphony Orchestra diretta da Artur Rodziński.
(Penso che Hindemith sia un compositore sottovalutato; questo Scherzo è semplicemente geniale.)


Eugene Aynsley Goossens (26 maggio 1893 - 1962): Variations on a Chinese Theme per orchestra op. 1 (1911-12). Melbourne Symphony Orchestra, dir. Vernon Handley.

Rossini Non-Opera Festival (con due tarantelle) – III

Gioachino Rossini: La Danza, tarantella napoletana per voce e pianoforte (1835) su testo di Carlo Pepoli, n. 8 della raccolta Les soirées musicales (1830-35). Luciano Pavarotti, tenore; Leone Magiera, pianoforte.


Versione con orchestra: ancora Pavarotti con l’Orchestra del Teatro comunale di Bologna diretta da Richard Bonynge.

Già la luna è in mezzo al mare,
mamma mia, si salterà!
L’ora è bella per danzare,
chi è in amor non mancherà.

Presto in danza a tondo, a tondo,
donne mie venite qua,
un garzon bello e giocondo
a ciascuna toccherà,
finché in ciel brilla una stella
e la luna splenderà.
Il più bel con la più bella
tutta notte danzerà.

Mamma mia, mamma mia,
già la luna è in mezzo al mare,
mamma mia, si salterà.
Frinche, frinche, frinche,
mamma mia, si salterà.

La la ra la ra!

Salta, salta, gira, gira,
ogni coppia a cerchio va,
già s’avanza, si ritira
e all’assalto tornerà!

Serra, serra, colla bionda,
colla bruna va’ qua e là,
colla rossa va’ a seconda,
colla smorta fermo sta’.
Viva il ballo a tondo a tondo,
sono un re, sono un pascià,
è il più bel piacer del mondo
la più cara voluttà.

Mamma mia, mamma mia,
già la luna è in mezzo al mare,
mamma mia, si salterà.
Frinche, frinche, frinche,
mamma mia, si salterà.

La la ra la ra!


Rossini, La Danza

Un direttore leggendario

Gioachino Rossini (1792 – 1868): Guillaume Tell (1829), ouverture. NBC Symphony Orchestra, dir. Arturo Toscanini (25 marzo 1867 – 1957). Registrazione del 15 marzo 1952.


Giuseppe Verdi (1813 – 1901): Aida (1871), ouverture (versione originale). NBC Symphony Orchestra, dir. Arturo Toscanini. Registrazione del 1940.


Richard Wagner (1813 – 1883): Tristan und Isolde (1865), Preludio all’atto I e «Liebestod». NBC Symphony Orchestra, dir. Arturo Toscanini. Registrazione del 29 dicembre 1951.


Toscanini

Non più mesta

Gioachino Rossini (1792-1868): «Non più mesta accanto al fuoco», rondò dal II atto del melodramma giocoso La Cenerentola, ossia La bontà in trionfo (1817). Cecilia Bartoli, mezzosoprano; Orchestra La Scintilla, dir. Ada Pesch.


Henri Herz (6 gennaio 1803-5 gennaio 1888): Variazioni su «Non più mesta». Earl Wild, pianoforte.


Herz, Non piu' mesta

Zitti zitti


Gioachino Rossini (1792-1868): «Zitti zitti, piano piano», terzetto dal II atto dell’opera Il barbiere di Siviglia, o sia L’inutil precauzione (1816). Joyce DiDonato (Rosina), William Browning (Figaro), Patrick Greene (Almaviva).



Il medesimo terzetto eseguito al fagotto e al violoncello da Andrej Rudometkin e Boris Lifanovskij rispettivamente.



Nicolas Bochsa (9 agosto 1789-1856): Rondo sur le trio «Zitti, zitti» du Barbier de Seville. Joel von Lerber, arpa.


Nicolas Bochsa