Sinfonia delle Cevenne


Vincent d’Indy (27 marzo 1851-1931): Symphonie Cévenole sur un chant montagnard français op. 25 (1886). Robert Casadesus, pianoforte; Philadelphia Orchestra, dir. Eugene Ormandy.

I. Assez lent – Modérément animé
II. Assez modéré, mais sans lenteur [a 10:44]
III. Animé [a 17:00]

Cevennes

Annunci

Greensleeves II

Ralph Vaughan Williams (1872-1958): Fantasia on Greensleeves per flauto, arpa e archi. Philadelphia Orchestra, dir. Eugene Ormandy.
Si tratta in effetti di un arrangiamento, curato nel 1934 da Ralph Greaves con il benestare di Vaughan Williams, di un brano dell’opera Sir John in Love (1929), il cui libretto è tratto dalla commedia di Shakespeare The Merry Wives of Windsor.

Sono molto affezionato a Greensleeves.
Quando ero bambino, l’allora unico canale televisivo della Rai trasmetteva un programma dedicato agli agricoltori, che io (ovviamente) non seguivo, ma del quale mi deliziava la “sigla” iniziale con la sua musica dolcissima, eseguita da un’orchestra d’archi. Qualche anno più tardi riuscii infine a risalire alle origini di quella incantevole melodia, grazie a un disco (del 1967) di Alfred Deller intitolato Shakespeare Songs and Consort Music: era, superfluo dirlo, proprio Greensleeves. Le lunghe ricerche compiute in precedenza, con i poveri mezzi di cui potevo disporre allora, mi avevano introdotto nello stupefacente mondo della musica prebachiana, che oggi non ho ancora terminato di esplorare.
Questa è la ragione per cui Greensleeves mi è particolarmente cara.


Sicilienne


Gabriel Fauré (1845-1924): Sicilienne per violoncello e pianoforte op. 78 (1893). David Louwerse, violoncello; François Daudet, pianoforte.


La stessa in versione per orchestra con flauto solista (strumentazione di Charles Koechlin, 1898), inserita nelle musiche di scena per Pelléas et Mélisande di Maurice Maeterlinck. Philadelphia Orchestra, direttore Eugene Ormandy.