I Ciclopi


Jean-Philippe Rameau (1683 - 1764): Les Cyclopes, rondeau, dalla Suite in re minore per cla­vi­cem­balo (Pièces de clavessin avec une Méthode pour la méchanique des doigts, 1724). Christophe Rousset al clavicembalo, o altrimenti Grigorij Sokolov al pianoforte.


Les Cyclopes

Avviso ai naviganti

Il problema di connessione in rete che mi ha assillato nei giorni scorsi non è stato risolto. Non intendo annoiarvi con i particolari, sappiate solo che:

  • trovandomi fuori sede, anziché al consueto ADSL devo affidarmi a un router portatile e a una SIM dati Vodafone;

  • l’abbonamento, sottoscritto 5 anni fa, mi consente di utilizzare 40 Gb al mese, più in caso di necessità, per ogni giorno in cui mi connetto, ulteriori 5 Gb al costo di 6 euro (nominali: in realtà me ne vengono addebitati più di 7);

  • dalla penultima settimana di marzo Vodafone ha cessato di scalare i Gb che uso dalla dotazione mensile (ne rimanevano ancora 13 a mia disposizione) e ha iniziato a concedermi soltanto i 5 Gb quotidiani d’emergenza, ovviamente al costo di 7 euro e più, ogni giorno.

Considerato che:

  • quando chiamo l’apposito numero di telefono (190) mi risponde un computer che non è stato programmato per capire il problema;

  • se cerco di modificare il piano di abbonamento sull’apposita pagina del sito di Vodafone vengo informato che non è possibile al momento eseguire questo tipo di operazioni;

  • qualsiasi altro tentativo di porre rimedio al problema, sempre sul sito Vodafone, porta invariabilmente a una pagina completamente vuota a parte la scritta BAD REQUEST;

ho deciso che alle 11:59 di questa sera chiuderò definitivamente il collegamento a Internet spegnendo il router fino a quando non mi sarà possibile procurarmi una nuova SIM e un nuovo abbonamento, ovviamente mai più con Vodafone.
Il blog andrà avanti anche senza di me: ho programmato l’uscita di nuovi articoli per parecchi giorni; non potrò però rispondere ai vostri commenti. Chi volesse comunicarmi qualcosa di urgente può scrivermi al mio indirizzo di mail (lo trovate nella pagina in cui si parla dei cookies): grazie alla collaborazione di amici e figli, la mia casella postale sarà periodicamente monitorata.

C’è un bellissimo slogan di questi giorni che ci invita a dare un contributo ai medici e a tutto il personale che si sta sacrificando per noi: «Aiutiamo chi ci aiuta», sacrosanto. Vorrei aggiungerne un altro: «Segnaliamo chi ci danneggia».
Per esempio Vodafone.


Rime petrose

Luca Marenzio (1553 o 1554 - 1599): Così nel mio parlar voglio esser aspro, madrigale a 5 voci (dal Nono Libro de madrigali a cinque voci, 1599, n. 1) su testo di Dante Alighieri (Rime XLVI). La Venexiana, dir. Claudio Cavina.

Così nel mio parlar voglio esser aspro
com’è ne li atti questa bella petra,
la quale ognora impetra
maggior durezza e più natura cruda,
e veste sua persona d’un diaspro
tal che per lui, o perch’ella s’arretra,
non esce di faretra
saetta che già mai la colga ignuda;
ed ella ancide, e non val ch’om si chiuda
né si dilunghi da’ colpi mortali,
che, com’avesser ali,
giungono altrui e spezzan ciascun’arme:
sì ch’io non so da lei né posso atarme.


Mit Ernst

Mathilde Kralik (1857 - 1944): Trio in fa maggiore per violino, violoncello e pianoforte. Laura Balboa García, violino; Sloukia Loulaki, violoncello; Giorgos Fragos, pianoforte.

  1. Feurig bewegt
  2. Langsam, mit Ernst [8:13]
  3. Sehr schnell [15:05] – attacca:
  4. Rasch, energisch [17:24]

Concerto anonimo

Anonimo (sec. XVIII): Concerto in mi bemolle maggiore per tromba e orchestra. Wolfgang Basch, tromba; Orchestra da camera della Filarmonica di San Pietroburgo, dir. Leo Krämer.

  1. Allegro moderato
  2. Adagio [6:01]
  3. Rondò: Allegretto grazioso [9:42]

Trompette de cour

Robine individuali


Ludwig van Beethoven (1770 - 1827): Sonata n. 21 in do maggiore per pianoforte op. 53 (1803-04). Wilhelm Kempff.

  1. Allegro con brio
  2. Introduzione: Adagio molto [10:56] – attacca:
  3. Rondò: Allegretto moderato – Prestissimo [14:02]

Questa Sonata è nota con i titoli Waldstein e L’aurora: il primo è il casato del dedicatario della composizione, il conte Ferdinand von Waldstein (1762 - 1823); il secondo, diffuso quasi solo in Italia e in Francia, è probabilmente dovuto al senso di serena trascendenza che caratterizza il Rondò finale. Entrambe le intitolazioni sono comunque apocrife.


Beethoven. Andante grazioso con moto in fa maggiore per pianoforte WoO 57 (1803-04). Stesso interprete.
Era originariamente il II movimento dell’op. 53: fu sostituito con l’Adagio molto quando Beethoven si convinse che la Sonata era troppo lunga. Spesso eseguito in concerto dal compositore come brano a sé stante, divenne uno dei brani preferiti dal pubblico: per questo motivo gli fu dato il titolo (francese) di Andante favori con cui è noto ancora oggi.


Andante favori