Szonatina

Béla Bartók (25 marzo 1881 - 1945): Sonatina per pianoforte Sz. 55, BB 69, su melodie tradizionali romene (1915), eseguita dall’autore.

  1. Dudások (Cornamuse): Allegretto
  2. Medvetánc (Danza dell’orso): Moderato [1:35]
  3. Finale: Allegro vivace [2:05]

Variazioni capricciose

Witold Lutosławski (1913 - 1994): Wariacje na temat Paganiniego (Variazioni sopra un tema di Paganini), versione per pianoforte e orchestra (1977-78). Bernd Glemser, pianoforte; Narodowa Orkiestra Symfoniczna Polskiego Radia w Katowicach, dir. Antoni Wit.
Si tratta per la precisione di una trascrizione delle Variazioni di bravura per violino e chitarra composte dallo stesso Paganini sul proprio Capriccio in la minore per violino solo, venti­quat­tre­simo e ultimo dell’op. 1, qui eseguito da Salvatore Accardo:



WL

Alla primavera

Dedicato a Raffa.


Edvard Grieg (1843 - 1907): Til våren / An den Frühling per pianoforte op. 43 n. 6 (1886). Svjatoslav Richter.


Christian Sinding (1856 - 1941): Vårbrus / Frühlingsrauschen per pianoforte op. 32 n. 3 (1893). Valentyna Lysycja.


Grand Quintetto

Ludwig van Beethoven (1770 - 1827): Quintetto in mi bemolle maggiore per clarinetto, oboe, fagotto, corno e fortepiano op. 16 (1796). Henk de Graaf, clarinetto; PHans Meyer, oboe; Peter Gaasterland, fagotto; Martin van de Merwe, corno; Klara Würtz, pianoforte.

  1. Grave – Allegro ma non troppo
  2. Andante cantabile [12:23]
  3. Rondò: Allegro, ma non troppo [19:12]

L’altro giorno con le mie osservazioni sul Quintetto di Rimskij-Korsakov ho involontariamente dato adito a qualche fraintendimento, e me ne scuso. Oggi propongo dunque un brano di Beethoven dall’organico simile (c’è un oboe al posto del flauto) in modo che chi lo desideri, comparando le due composizioni, possa rilevare le differenze di stile.


Un omaggio di Rimskij-Korsakov a Beethoven

Nikolaj Andreevič Rimskij-Korsakov (18 marzo 1844 - 1908): Quintetto in si bemolle maggiore per flauto, clarinetto, fagotto, corno e pianoforte (1876). Les Vents Français: Emmanuel Pahud, flauto; Paul Meyer, clarinetto; Gilbert Audin, fagotto; Radovan Vlatković, corno; Eric Le Sage, pianoforte.

  1. Allegro con brio
  2. Andante
  3. Rondò: Allegretto

Nel repertorio di composizioni da camera per strumenti a fiato ho trovato diverse cose preziose, come l’Ottetto op. 103 di Beethoven, la Serenata op. 44 di Dvořák, quella op. 7 di Richard Strauss e molto altro. Il Quintetto di Rimskij-Korsakov non sarà forse un capolavoro, ma a me è par­ti­co­lar­mente caro. L’autore affermò di aver composto il I movimento «nello stile classico di Beethoven»; in realtà l’omaggio al Maestro di Bonn non si limita all’imitazione dello stile beethoveniano né alla mera adozione di uno schema strutturale. Ascoltate con attenzione i due temi, adeguatamente contrastanti l’uno con l’altro, e scoprirete che sono direttamente ispirati dalla Nona Sinfonia: l’uno scaturisce da un motivo del primo tema del I movimento, l’altro è una sorta di parafrasi dell’inno Alla Gioia.


La Svizzera

Caroline Boissier-Butini (1786 - 17 marzo 1836): La Suisse, Concerto n. 6 in sol maggiore per pianoforte, flauto obbligato e archi (c1818). Eva-Maria Zimmermann, pianoforte; Regula Küffer, flauto; Berner Kammerorchester, dir. Matthias Kuhn.

  1. Allegro
  2. Andantino
  3. Rondò

Suisse