Allegro prestissimo

Franz Seraph von Destouches (1772 - 9 dicembre 1844): Sinfonia in re minore-maggiore. Staats­kapelle Weimar, dir. Peter Gülke.

  1. Adagio un poco – Allegro prestissimo
  2. Adagio [6:19]
  3. Menuetto allegretto [12:19]
  4. Finale: Allegro assai [16:32]

copertina cd

Una gavotta, sei doubles e undici variazioni

Jean-Philippe Rameau (1683 - 1764): Gavotte avec six doubles (da Nouvelles Suites de Pièces de Clavecin, c1726-27: n. 7 della Suite in la minore). Scott Ross, clavicembalo.


Anthony Hedges (1931 - 2019): Variations on a Theme of Rameau per orchestra da camera op. 34 (1969, revisione 1997). Royal Ballet Sinfonia, dir. Gavin Sutherland.


Tetralogia senza parole

Dal Preludio che apre L’oro del Reno al rogo in cui s’immola Brunilde alla fine del Crepuscolo degli dèi : una vera chicca per gli appassionati wagneriani, questa suite sinfonica che snocciola le pagine più significative, rigorosamente senza la partecipazione di cantanti, dell’Anello del Nibelungo in un continuum della durata di oltre settanta minuti. Con i Berliner Philharmoniker diretti da Lorin Maazel. Buon Wagner a tutti!


Il trovatore capriccioso

John Fernström (6 dicembre 1897 - 1961): Den kapriciöse trubaduren, serenata in 4 parti per piccola orchestra op. 21 (1931). Sveriges Radios Symfoniorkester, dir. Stefan Solyom.

  1. Preludium
  2. Cantabile: Framför linden som blommar i aftonstjärnans sken (Davanti al tiglio in fiore nella luce della stella della sera)
  3. Giocoso: Serenad vid balkongen (Serenata sul balcone)
  4. Final: Sinnets oro (Pensieri della mente)

JF

Come un agnello

Giuseppe Sarti (battezzato il 1° dicembre 1729 - 1802): «Come un agnello», aria di Mingone (basso) dal I atto del dramma giocoso Fra i due litiganti il terzo gode (1782). Roberto Scaltriti, basso; Les Talens Lyriques, dir. Christophe Rousset.

Come un agnello
Che va al macello
Belando andrai per la città.
Io colla bella
Mia rondinella
Andrò rondando
Di qua, di là.
Io già m’aspetto
Sentirmi dire:
Guarda che amabile
Sposo perfetto!
Di là ripetere:
Viva 1a sposa.
O incomparable,
O impareggiabile
Coppia vezzosa,
Il ciel concedavi
Felicità.


Anonimo: 8 Variazioni su «Come un agnello» per pianoforte, attribuite a Wolfgang Amadeus Mozart (K 460, K6 454a). Rosemary Thomas.
È molto improbabile che questa serie di variazioni sia opera del salisburghese; i curatori dell’ultima edizione delle opere complete mozartiane la considerano infatti spuria. Tuttavia, il tema di Sarti era ben noto a Mozart, che lo cita nella seconda delle Danze tedesche per orchestra K 509 e nel finale del Don Giovanni. In effetti, i due musicisti si erano conosciuti di persona: Wolfgang ne scrive in una lettera al padre datata 9-12 giugno 1784, raccontando fra l’altro di aver composto alcune variazioni sopra un’aria di Sarti, assai gradite da quest’ultimo.
Un manoscritto conservato presso una collezione privata elvetica contiene due variazioni su «Come un agnello», quasi certamente di Mozart, ma stilisticamente molto diverse.


Variazioni