Petrarca, Michelangelo e Bartolomeo Tromboncino

Bartolomeo Tromboncino (c1470 - p1535): Vergine bella su testo di francesco Petrarca (Canzoniere CCCLXVI, 1a e 3a strofe); su testo di Michelangelo Buonarroti (Rime XII). Duo Mignarda: Donna Stewart, voce; Ron Andrico, liuto.

Vergine bella, che di sol vestita,
coronata di stelle, al sommo Sole
piacesti sí, che ’n te Sua luce ascose,
amor mi spinge a dir di te parole:
ma non so ’ncominciar senza tu’ aita,
et di Colui ch’amando in te si pose.
Invoco lei che ben sempre rispose,
chi la chiamò con fede:
Vergine, s’a mercede miseria extrema de l’humane cose
già mai ti volse, al mio prego t’inchina,
soccorri a la mia guerra,
bench’i’ sia terra,
et tu del ciel regina.

Vergine pura, d’ogni parte intera,
del tuo parto gentil figliuola et madre,
ch’allumi questa vita, et l’altra adorni,
per te il tuo figlio, et quel del sommo Padre,
o fenestra del cielo lucente altera,
venne a salvarne in su li extremi giorni;
et fra tutti terreni altri soggiorni
sola tu fosti electa,
Vergine benedetta,
che ’l pianto d’Eva in allegrezza torni.
Fammi, ché puoi, de la Sua gratia degno,
senza fine o beata, già coronata nel superno regno.


Come harò donque ardire
senza voi mai, mio ben, tenermi’n vita,
s’io non posso, al partir, chiedermi aita ?
Quei singulti, quei pianti e quei sospiri
che ’1 miser cor a voi acompagniorno,
madonna, duramente dimostrorno
la mia propinqua morte e’ mei martyri.
Ma se ver è che, per absentia, mai
Mia fidel servitù cada in oblio,
II cor come presago di mei guai,
per adimpir el vostro van desio,
vi fa l’exequie del sepulchro mio.


Desidero ringraziare Donna Stewart e Ron Andrico per la loro cortesia e per la solidarietà che hanno espresso nei confronti di tutti coloro che soffrono in questo momento difficile, e in particolare degli italiani, pubblicando ieri nel loro blog questo video.


Wascha Mesa

Hans Neusidler (1508 - 2 febbraio 1563): Wascha Mesa (passamezzo) per liuto, pubblicato in Ein newgeordent künstlich Lautenbuch (1536). Valéry Sauvage.


À ma dame importune

Claudin de Sermisy (c1490 - 1562): Las! je m’y plains, chanson a 4 voci (pubblicata in Trente et sept chansons musicales a quatre parties, 1531, n. 36). Ensemble «Clément Janequin».

Las! Je m’y plains, mauldicte soit fortune,
quant pour aimer je n’ai que desplaisir.
Venez, regretz, venez mon coeur saisir,
et le monstrez a ma dame importune.


Francesco Canova, detto Francesco da Milano, Francesco del Liuto e il Divino (1497 - 1543): Las! je m’y plains di Sermisy intavolata per liuto (1536). Valéry Sauvage.


Nell’oscurità

John Dowland (2 gennaio 1563 - 1626): In darkness let me dwell, ayre. Ellen Hargis, soprano; Jacob Heringman, liuto; Mary Springfels, viol.
Capolavoro di Dowland, il brano fu pubblicato dal figlio del compositore, Robert (1591 - 1641), nella raccolta A Musicall Banquet. Furnished with a varietie of delicious Ayres, Collected out of the best Authors in English, French, Spanish and Italian (Londra 1610).

In darkness let me dwell; the ground shall sorrow be,
The roof despair, to bar all cheerful light from me;
The walls of marble black, that moist’ned still shall weep;
My music, hellish jarring sounds, to banish friendly sleep.
Thus, wedded to my woes, and bedded in my tomb,
O let me living die, till death doth come, till death doth come.


Dowland, Idlmd

My heart of gold

Ogni tanto mi piace ricordare agli amici qual è la mia canzone preferita. Nella mia antologia personale non poteva mancare l’interpretazione di Donna Stewart e Ron Andrico, ossia il duo Mignarda, più volte gradito ospite di questo blog. Buone emozioni a tutti 🙂

Alas, my love, you do me wrong
To cast me off discourteously,
And I have loved you so long,
Delighting in your company.

  Greensleeves was all my joy,
  Greensleeves was my delight,
  Greensleeves was my heart of gold,
  And who but my lady Greensleeves.

I have been ready at your hand,
To grant whatever you would crave;
I have both waged life and land,
Your love and good-will for to have.

I bought thee petticoats of the best,
The cloth so fine as fine might be:
I gave thee jewels for thy chest;
And all this cost I spent on thee.

Thy crimson stockings all of silk,
With gold all wrought above the knee,
Thy pumps as white as was the milk,
And yet thou wouldst not love me.

Well! I will pray to God on high,
That thou my constancy mayst see,
And that, yet once before I die,
Thou wilt vouchsafe to love me!


Elle s’en va

Orlando di Lasso (1530/32 - 1594): Elle s’en va de moi, chanson a 5 voci (n. 12 nel Tiers Livre des chansons a 4-6 parties, 1560) su testo di Clément Marot. Ensemble «Clément Janequin».

Elle s’en va de moi, la mieux aimée;
elle s’en va, certes, et si demeure
dedans mon coeur tellement imprimée
qu’elle y sera jusques à ce qu’il meure.


Il Divino

Francesco Canova, detto Francesco da Milano, Francesco del Liuto e il Divino 18 agosto 1497 - 1543): composizioni per liuto. Caius Hera.
Le composizioni di Francesco da Milano che ci sono pervenute sono state pubblicate in edizione critica dal musicologo statunitense Arthur J. Ness nel 1970; oggi, per distinguerle si usa far riferimento alla numerazione assegnata loro dal prof. Ness.

  1. Fantasia (Ness 67)
  2. Fantasia (Ness 41) [1:35]
  3. Fantasia (Ness 31) [2:10]
  4. Ricercar (Ness 52) [2:50]
  5. Ricercar (Ness 4) [4:24]
  6. Fantasia (Ness 81) [5:08]
  7. Ricercar (Ness 84) [5:52]
  8. Ricercar (Ness 16) [6:38]
  9. Fantasia (Ness 40) [7:36]
  10. Ricercar (Ness 10) [8:30]
  11. De mon triste desplaisir (trascrizione dell’omonima chanson di Jean Richafort) [10:03]
  12. Fantasia de mon triste (sulla medesima chanson) [11:46]
  13. Fantasia (Ness 15) [13:52]
  14. Ricercar (Ness 46) [15:29]
  15. Fantasia (Ness 61) [16:06]
  16. Fantasia (Ness 58) [17:01]
  17. Fantasia (Ness 11) [18:46]
  18. Fantasia (Ness 57) [20:19]
  19. Ricercar (Ness 3) [21:46]
  20. Ricercar (Ness 2) [23:21]
  21. Ricercar (Ness 8) [24:58]

FdM