Arrangiamenti della regina di Saba

Georg Friedrich Händel (1685 - 1759): «Arrival of the Queen of Sheba», sinfonia (preludio) al III atto dell’oratorio Solomon HWV 67 (1749). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Gli adattamenti di questo brano per organici diversi dall’originale sono numerosi. Ve ne propongo alcuni, scegliete voi quelli che vi piacciono di più 🙂

  • per organo: Gert van Hoef all’organo della Chiesa di San Martino in Dudelange (Lussemburgo)
  • per quartetto di sassofoni: Amethyst Quartet
  • per arpa: Ekaterina Afanasieva
  • per flauti dolci e orchestra: Lucie Horsch e Charlotte Barbour-Condini, flauti; The Academy of Ancient Music, dir. Bojan Čičić

  • per mandolini e chitarre, tutti suonati da Ben Bosco
  • per ensemble di ottoni: 10forBrass.

GFH

A qualcuno piace l’arpa

Turlough O’Carolan (1670 - 1738): composizione senza titolo (n. 171 nel repertorio di Carolan), oggi nota come Carolan’s Welcome. Patrick Ball, arpa.
Fra le più recenti proposte d’ascolto di questo blog, un brano eseguito sulla telyn (arpa gallese) ha riscosso inatteso successo.



Cap’s Harp

Interpretazioni del cucù

Louis-Claude Daquin (4 giugno 1694 - 1772): le Coucou, rondeau in mi minore, dalla 3a Suite del Premier Livre de pièces de clavecin (1735).


Segej Rachmaninov al pianoforte (registrazione del 1920).



György Cziffra al pianoforte (1982).



Trevor Pinnock al clavicembalo (1984).



Klaas Jan Mulder all’organo (1994).



Marie-Pierre Langlamet all’arpa (2015).


Coucou