In nomine – I

John Taverner (c1490 - 18 ottobre 1545): Missa « Gloria tibi Trinitas » a 6 voci, composta prima del 1530. Ars Nova Copenhagen, dir. Paul Hillier.
Come le altre messe composte da Taverner, manca del Kyrie : all’epoca era infatti consuetudine intonare Kyrie tropati (cioè ampliati mediante interpolazioni testuali e/o musicali), ciascuna chiesa o regione avendone un proprio repertorio. La Missa « Gloria tibi Trinitas » di Taverner comprende dunque:

  1. Gloria
  2. Credo
  3. Sanctus
  4. Benedictus
  5. Agnus Dei

Questa splendida Messa ha un posto di rilievo nella storia della musica britannica in quanto diede origine a una forma polifonica a sé stante. La sezione del Benedictus che si svolge sulle parole « in nomine Domini » [0:42], a 4 voci, è caratterizzata da una grande eufonia e dolcezza, qualità che fu assai apprezzata dai musicisti britannici del XVI e del XVII secolo, numerosi dei quali rielaborarono il brano in composizioni contrappuntistiche, perlopiù strumentali, cui diedero appunto il titolo di In nomine. Sono circa 150 gli In nomine composti fra la metà del Cinquecento e la fine del secolo seguente; a questi se ne aggiungono altri creati in epoche successive, fino ai giorni nostri. Prossimamente ne ascolteremo alcuni.


Messa del primo tono a otto voci

Stefano Bernardi detto il Moretto (18 marzo 1580 - 1637): Missa primi toni octo vocum (1630). Barockposaunen Consort Linz, Sankt Florianer Sängerknaben, dir. Franz Farnberger.

  1. Kyrie
  2. Gloria [1:32]
  3. Credo [4:17]
  4. Sanctus [9:33]
  5. Agnus Dei [11:93]

Accipe coronam

Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525 - 1594): Veni sponsa Christi, mottetto a 4 voci (pubblicato in Motecta festorum totius anni liber primus, 1564, n. 35). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Veni sponsa Christi,
accipe coronam, quam tibi Dominus
praeparavit in aeternum.


Palestrina: Missa «Veni sponsa Christi» a 4 voci sul mottetto omonimo (pubblicata in Missarum liber nonus, 1599, post.). Choir of St John’s College, Cambridge, dir. George Guest.


GPdP

Accepit panem

Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525 - 1594): Fratres ego enim accepi, mottetto per doppio coro a 8 voci (pubblicato postumo nel 1614). The Sixteen, dir. Harry Christophers.

Fratres, ego enim accepi a Domino quod et tradidi vobis,
quoniam Dominus Jesus in qua nocte tradebatur,
accepit panem et gratias agens fregit et dixit:
Accipite et manducate, hoc est corpus meum.
Hoc facite in meam commemorationem.


Palestrina: Missa «Fratres ego enim accepi», messa-parodia per doppio coro a 8 voci sul mottetto omonimo (pubblicata postuma nel 1601). Stessi interpreti.


GPdP

Dovunque vada

Tomás Luis de Victoria (1548 - 27 agosto 1611): O quam gloriosum est regnum, mottetto a 4 voci in festo omnium sanctorum (da Motecta, que partim quaternis, partim quinis, alia senis, alia octonis vocibus concinuntur, vol. I, 1572, n. 1). The Monteverdi Choir, dir. John Eliot Gardiner.

O quam gloriosum est regnum
in quo cum Christo gaudent omnes Sancti!
Amicti stolis albis,
sequuntur Agnum, quocumque ierit.


Victoria: Missa «O quam gloriosum» a 4 voci, basata sul mottetto di cui sopra (da Missarum libri duo, Roma 1583). Oxford Camerata, dir. Jeremy Summerly.