Allegro giocoso – V

Henryk Wieniawski (1835 - 31 marzo 1880): Concerto n. 1 in fa diesis minore per violino e orchestra op. 14 (1852: composto a 17 anni). Ray Chen, violino; WDR Sinfonieorchester Köln, dir. Cristian Măcelaru.

  1. Allegro moderato
  2. Preghiera: Larghetto [16:15]
  3. Rondò: Allegro giocoso [21:24]

Wieniawski

Concerto fantasia

Edgar Bainton (1880 - 1956): Concerto fantasia per pianoforte e orchestra (1917-20). Margaret Fingerhut, pianoforte; BBC Philharmonic Orchestra, dir. Paul Daniel.

  1. Quasi cadenza – Adagio, molto espressivo
  2. Scherzo: Molto vivace [13:15]
  3. Improvisation: Quasi cadenza – Lento [18:05]
  4. Finale: Allegro, molto ritmico e risoluto – Epilogue: Adagio, molto espressivo [24:16]

EB

Vivaldi ri-composto

Le Quattro stagioni di Vivaldi ri-composte da Max Richter. Daniel Hope, violino solista; Ensemble LPR, dir. Tito Muñoz; con la partecipazione dell’autore.
Nato in Germania ma formatosi in Gran Bretagna, ove risiede, e in Italia, Max Richter si è conquistata una certa popolarità con la sua musica post-minimale (On the Nature of Daylight, November); fra l’altro, ha composto la colonna sonora dello sceneggiato L’amica geniale.

(Un video che dura più di un’ora e mezza? Sì, lo so: è insolito, da queste parti. Ma che cosa sono 90 minuti in una giornata che dovremo trascorrere interamente o quasi fra le mura domestiche? E poi, quelli cui non piace questa musica lo chiuderanno pressoché subito.)


Max Richter

Adagio misterioso (John Addison 100)

John Addison (16 marzo 1920 - 1998): Concerto per tromba, archi e percussione (1949). Leon Rapier, tromba; The Louisville Orchestra, dir. Jorge Mester

  1. Allegretto
  2. Adagio misterioso
  3. Allegro con brio

Addison scrisse molte colonne sonore cinematografiche (Premio Oscar per Tom Jones di Tony Richardson, 1963) e musica per la televisione. Il suo brano più famoso è indubbiamente questo: