Allegro – Adagio – Allegro – II

Giovanni Meneghetti (1731 - 4 dicembre 1794): Concerto in la maggiore per violino, archi e basso continuo (1722). Archicembalo Ensemble, dir. Giovanni Guglielmo.

  1. Allegro
  2. Adagio [5:00]
  3. Allegro [7:02]

Allegro brillante – II

Gaetano Pugnani (27 novembre 1731 - 1798): Concerto in re maggiore per violino e orchestra. Fabio Salmeri, violino; orchestra diretta da Andrzej Kucybała.

  1. Allegro maestoso
  2. Adagio [10:54]
  3. Allegro brillante [19:20]

Concerto russo

Édouard Lalo (1823 - 1892): Concerto russe in sol minore per violino e orchestra op. 29 (1879). Elīna Bukša, violino; Orchestre philharmonique royal de Liège, dir. Jean-Jacques Kontorow.

I. Prélude: Andante – Allegro
II. Chants russes: Lento [13:44]
III. Intermezzo: Allegro non troppo [18:10]
IV. Chants russes: Introduction, Andante – Vivace [22:30]


Lalo, op. 29

Concertone – II

Marianna Motroni-Andreozzi sposata Bottini (7 novembre 1802 - 1858): Concertone per pianoforte e orchestra (1822). Gianni Bicchierini, pianoforte; Orchestra dell’Istituto superiore di studi musicali «Luigi Boccherini» di Lucca, dir. GianPaolo Mazzoli.
L’attività di compositrice di Marianna Motroni-Andreozzi si colloca fra il 1815 e il 1823, anno in cui sposò il marchese Lorenzo Bottini.

I. Allegro
II. Tema con variazioni: Adagio – Allegro


MB

Allegro con fuoco – III

Hans Bronsart von Schellendorff (1830 - 3 novembre 1913): Concerto in fa diesis minore per pianoforte e orchestra op. 10 (1872). Michael Ponti, pianoforte; Westfälisches Sinfonieorchester, dir. Richard Kapp.

I. Allegro maestoso
II. Adagio ma non troppo [12:57]
III. Allegro con fuoco [20:24]

Questo Concerto, che si conclude con una vigorosa tarantella, fu assai apprezzato da Hans von Bülow, il quale lo definì «il Concerto più significativo della cosiddetta Scuola di Weimar».