In nomine – I

John Taverner (c1490 - 18 ottobre 1545): Missa « Gloria tibi Trinitas » a 6 voci, composta prima del 1530. Ars Nova Copenhagen, dir. Paul Hillier.
Come le altre messe composte da Taverner, manca del Kyrie : all’epoca era infatti consuetudine intonare Kyrie tropati (cioè ampliati mediante interpolazioni testuali e/o musicali), ciascuna chiesa o regione avendone un proprio repertorio. La Missa « Gloria tibi Trinitas » di Taverner comprende dunque:

  1. Gloria
  2. Credo
  3. Sanctus
  4. Benedictus
  5. Agnus Dei

Questa splendida Messa ha un posto di rilievo nella storia della musica britannica in quanto diede origine a una forma polifonica a sé stante. La sezione del Benedictus che si svolge sulle parole « in nomine Domini » [0:42], a 4 voci, è caratterizzata da una grande eufonia e dolcezza, qualità che fu assai apprezzata dai musicisti britannici del XVI e del XVII secolo, numerosi dei quali rielaborarono il brano in composizioni contrappuntistiche, perlopiù strumentali, cui diedero appunto il titolo di In nomine. Sono circa 150 gli In nomine composti fra la metà del Cinquecento e la fine del secolo seguente; a questi se ne aggiungono altri creati in epoche successive, fino ai giorni nostri. Prossimamente ne ascolteremo alcuni.


Quante grazie e dolcezze ha il Paradiso

Luca Marenzio (18 ottobre 1553 o 1554 - 1599): Spuntavan già per far il mondo adorno, madrigale a 5 voci (dal Primo Libro de madrigali a cinque voci, 1580, n. 3). La Compagnia del Madrigale.

Prima parte :

Spuntavan già per far il mondo adorno
Vaghi fioretti, erbette verdi e belle,
Di color mille e ’n queste parti e ’n quelle
Ralegravan la terra e i colli intorno.
Gian gli augelletti all’apparir del giorno
D’amor cantando sin sovra le stelle,
E correvan le fiere ardite e snelle
Tra lor scherzando, a le campagne intorno.

Seconda parte :

Quando ’l mio vivo sol perch’io non pera
Godi or, mi disse con un dolce riso,
Amante fido il premio del tuo ardore.
Indi con molti baci sparse fuore
Quante grazie e dolcezze ha ’l Paradiso
E quant’ha odor nei fior la Primavera.


Altre composizioni di Luca Marenzio in questo blog: