Il bel viso ch’Italia tutta honora

Cipriano de Rore (1515 o 1516 - 1565): Altiero sasso, madrigale a 5 voci (pubblicato nel Primo Libro de madrigali a cinque voci, 1542, n. 6); testo di Francesco Maria Molza. Ensemble Blue Heron, dir. Scott Metcalfe.

Altiero sasso lo cui gioco spira
Gli antichi honor del gran popul di Marte,
Fiume che fendi questa et quella parte,
Hor quieto et piano, hor pien di sdegno et ira;

Piaggie che ’l mondo ancor ama et sospira,
Consecrate da tante et da tai carte,
Memorie eterne et voi reliquie sparte
Ch’ogni bon alma con pieta rimira:

Parmi d’udir fugendo a voi d’intorno
Sospirar l’onde, e i rami e i fior e l’ora
Lagnarsi, et per dolor romper i sassi,

Che già del pianto s’avicina el giorno
Che ’l bel viso ch’Italia tutta honora
Cinti d’horor al suo partir vi lassi.


18 pensieri su “Il bel viso ch’Italia tutta honora

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.