Primavera per me non sarà mai

Sigismondo d’India (c1582 - 1629): Torna il sereno Zefiro, aria per voce e basso continuo (da Le musiche e balli, Libro V, 1623, p. 22). Judith Nelson, soprano; Concerto Vocale, dir. William Christie.

Torna il sereno Zefiro,
E gl’augellini garruli,
De’ boschi dolci musici,
Cantando insieme, temprano,
Al suon del rio che mormora
Con corde e note armoniche.

  Io sol, involto il tristo core,
  Anzi sepolto in trist’horrore,
  Al suon del pianto intuono in tristi lai:
  Primavera per me non sarà mai.

Le nube d’acque gravide,
Che scorgaro i deluvi
Hor tutte si ristagnano
E i venti, che fremeano
Orgogliosi con furia
Taciti e chieti hor dormono.

  Io sospirando senza riposo
  E ancor versando tristo e doglioso
  Nembo di pioggia, intuono in tristi lai:
  Primavera per me non sarà mai.

Ringiovenito ogn’arbore
Di verde manto vestesi,
Ridenti campi e pratore
Di verde spoglia immantansi,
E in fin le grotte adornansi
Di fior vermigli e candidi.

  Io sol smarrita fuor d’ogni usanza
  Secca e sfiorita di mia speranza
  Il più bel verde intuono in tristi lai:
  Primavera per me non sarà mai.


Altre composizioni di Sigismondo d’India in questo blog:

9 pensieri su “Primavera per me non sarà mai

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.