Le tre mani


Jean-Philippe Rameau (1683 - 1764): Les Trois Mains (da Nouvelles Suites de Pièces de Clavecin, c1726-27: n. 4 della Suite in la minore). Alberto Chiari, clavicembalo, e Clément Lefebvre, pianoforte.
Forse bisognerebbe avere una terza mano per eseguire questo brano di Rameau, che ricorda un po’, nello spirito frizzante, le sonate di Domenico Scarlatti 🙂


Rameau_3Mains1

10 pensieri su “Le tre mani

  1. Splendido pezzo, quasi ipnotico da vedere. Non me ne intendo (come se tu non lo sapessi🙂), ma mi sembra che il clavicembalista sia più elegante nelle movenze, più fluido del pianista. Sbaglio?

      • No, non è un balletto, però è bello anche vedere l’esecuzione strumentale di un brano. A volte pianisti e violinisti ci mettono l’anima, e si vede. Comunque ho preferito il clavicembalo. Mi è parsa più frizzante.

        • D’accordo.
          Avresti reso felice Stravinskij, il quale diceva che una parte importante della fruizione della musica sta nell’assistere alle esecuzioni, guardando gli strumenti da cui provengono i suoni e le persone che si ingegnano nell’usarli. Anch’io sono d’accordo, e quando è possibile propongo video con concerti e recital ripresi dal vivo.

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.