Platano bis


Giovanni Bononcini (1670 - 1747): «Ombra mai fu», aria dal I atto dell’opera Xerse (1694), libretto di Nicolò Minato rimaneggiato da Silvio Stampiglia. Armin Gramer, controtenore; Hubert Hoff­mann, arciliuto; Anna Zauner-Pagitsch, arpa.

Atto I, scena 1a.
Belvedere accanto ad un bellissimo giardino, in mezzo di cui v’è un platano.
Xerse sotto il platano.

Recitativo:

Frondi tenere e belle,
del mio platano amato,
per voi risplenda il Fato.
Tuoni, lampi e procelle
non v’oltraggino mai la cara pace
né giunga a profanarvi mostro rapace.

Arioso:

Ombra mai fu
di vegetabile
cara e amabile,
soave più.

13 pensieri su “Platano bis

    • Non si sa molto di Gramer, a parte che deve per forza essere austriaco (si chiama Armin, come il re dei cherusci che nella foresta di Teutoburgo… tolse le legioni e tutto il resto a Varo), nato a Vienna o a Klagenfurt nel 1977, ha studiato al Conservatorio della capitale e ha seguito corsi di perfezionamento tenuti da altri falsettisti celebri. Dopo aver preso parte in ruoli secondari a allestimenti viennesi quando era ancora studente, ha esordito in teatro nel 2004 nell’Ottone di Händel con la Kammeroper Rheinsberg.

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.