Le Barrycate mysteryose


François Couperin le Grand (1668 - 1733): Les Baricades mistérieuses, rondeau in si bemolle maggiore (1717). Scott Ross, clavicembalo, e György Cziffra, pianoforte.
Che cosa saranno mai queste “barricate misteriose” di cui ci parla Couperin? A questa domanda sono state date molte risposte, nessuna davvero soddisfacente.

Per la serie Non solo Scarlatti 🙂


Couperin

Platano, amore mio


Francesco Cavalli (1602 - 1676): «Ombra mai fu», aria dal I atto dell’opera Il Serse (o Xerse, 1654), libretto di Nicolò Minato. Flavio Ferri-Benedetti, controtenore; Neue Hofkapelle Graz, dir. Michael Hell.

Atto I, scena 1a.
Villaggio delizioso dietro le mura della città, con veduta di bosco.
Xerse sotto un platano.

Ombra mai fu
di vegetabile
cara e amabile,
soave più.

Bei smeraldi crescenti,
frondi tenere, e belle,
di turbini, o procelle
importuni tormenti,
non v’affliggano mai la cara pace,
né giunga a profanarvi austro rapace.

Ombra mai fu…

Mai con rustica scure
bifolco ingiurioso
tronchi ramo frondoso,
e se reciso pure
fia che ne resti alcuno, in stral cangiato,
o lo scocchi Diana, o ‘l dio bendato.

Ombra mai fu…


Bravo, Flavio! Un leone fra gli ortaggi 😀