16 pensieri su “Allegro (Scarlatti K 1)

  1. per mia innata natura ed elasticità di ascolto passo tranquillamente da un genere all’altro senza problemi, consapevole che ogni genere musicale abbia qualcosa da dirmi e con cui raffrontarmi.
    qui due versioni splendide, non ti dico quella che preferisco, ma credo tu lo possa sapere 🙂
    Buongiorno Claudio

        • Esatto, hai proprio colto il nocciolo dello stile di Scarlatti. Forse avrai notato che nelle sue sonate ci sono pochissimi accordi, nel senso di combinazioni di più suoni simultanei – e gli accordi effettivamente accentuano quella sensazione di “sferragliamento” di cui s’è parlato nei giorni scorsi. Scarlatti gioca molto sulla purezza della linea melodica, nell’accompagnamento mette spesso note singole dove altri avrebbero appunto “arrotondato” l’armonia con gli accordi, e anche quando ci sono passaggi contrappuntistici le parti in gioco sono quasi sempre solo due. Fa ovviamente eccezione la Fuga del gatto, che però è appunto una fuga a quattro voci – la conosci, vero? L’avevo proposta poco tempo fa…

        • Allora un po’ di orecchio ce l’ho: mi fa piacere che a forza di insistere qualcosa entra anche nella mia testa! 😀
          Sulla fuga del gatto, ho memoria del nome, ma non ricordo il componimento: pretendi troppo! 😛

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.