Musica per la sera

Joseph Gabriel Rheinberger (1839 - 1901): Abendlied, mottetto a 6 voci op. 69 n. 3 (1855). The Cambridge Singers.

Bleib bei uns,
denn es will Abend werden,
und der Tag hat sich geneiget.

Resta con noi, perché si fa sera e il giorno è ormai al tramonto.
(Luca 24:29; traduzione tedesca di Martin Lutero.)

BWV 1052

Johann Sebastian Bach (1685 - 1750): Primo Concerto in re minore per clavicembalo e orchestra BWV 1052 (c1736). Jean Rondeau, clavicembalo; Sophie Gent e Louis Creac’h, violini; Fanny Paccoud, viola; Antoine Touche, violoncello; Thomas de Pierrefeu, contrabbasso; Evolène Kiener, fagotto.

  1. Allegro
  2. Adagio [7:10]
  3. Allegro [14:11]

Si tratta della trascrizione di un concerto per violino, risalente agli anni 1718-23, del quale si è persa ogni traccia. In passato si è dubitato che fosse opera autentica, ma oggi la maggior parte degli studiosi concordano sull’attribuzione a JSB.


Esca d’amor celeste

Orlando di Lasso (1530/32 - 1594): Come la cera al foco, madrigale a 6 voci (pubblicato in Madrigali novamente composti, 1585, n. 12) su testo di Gabriele Fiamma (Inno, overo Oda alla Carità, stanza 7). Vox Luminis, dir. Lionel Meunier.

Come la cera al foco,
Ch’accenda esca terrena,
Si va struggendo e manca a poco a poco,
Cosi gli affanni onde la vita e piena,
E le gioie e i diletti
Vani, e terrestri affetti,
Si van struggendo a queste
Fiamme, ch’accende esca d’amor celeste.


Lasso, Come la cera al foco

Sera

Hugo Alfvén (1º maggio 1872 - 8 maggio 1960): Aftonen (Sera) per coro su testo di Hermann Sätherberg (1942). The Real Group.

Skogen står tyst, himlen är klar
Hör, huru tjusande vallhornet lullar
Kvällssolens bloss sig stilla sänker
Sänker sig ner uti den lugna, klara våg
Ibland dälder, gröna kullar
eko kring nejden far.

(Il bosco è slilenzioso, il cielo è sereno, ascolta l’incantevole ninnananna dal corno del pastore. Il bagliore rosso del sole scende silente nella sera, sprofonda fra le onde calme e luminose. Fra valli e verdi colline l’eco risuona qua e là.)