Čajkovskij 180 – Danse baroque

Čajkovskij nel 1884

Čajkovskij nel 1884

Le composizioni che hanno dato maggior no­to­rietà a Čajkovskij sono alcune grandi pagi­ne orchestrali: le ultime tre Sinfonie, il Primo Concerto per pianoforte e orchestra, quello per violino, le suites antologiche di brani tratti dai tre famosi balletti, Il lago dei cigni, La bella addor­mentata e Lo schaccianoci, l’ouverture 1812, i poemi sinfonici Romeo e Giulietta e Francesca da Rimini. Meno celebri sono le quattro Suites sinfoniche: l’ultima è detta Mozartiana in quanto consiste nella rielaborazione di alcune composizioni di Mozart, autore amatissimo da Čajkovskij; anche la prima testimonia un certo languore nostalgico per il Settecento musicale, ma in generale le prime tre Suites rivelano anche il desiderio di liberarsi dalle pastoie delle strutture formali tradizionali e la ricerca di effetti timbrici particolari – Čajkovskij va indub­bia­mente annoverato fra i grandi mae­stri del­l’or­chestrazione.


P. I. Čajkovskij: Danse baroque, V e ultimo movimento della Seconda Suite in do maggiore per orchestra op. 53 (1884). Radio-Sinfonieorchester Stuttgart, dir. sir Neville Marriner.

Ecco un’altra di quelle composizioni, come l’Humoresque op. 10 n. 2, destinate a sorprendere chi pensa che Čajkovskij fosse capace di creare solo melodie accattivanti. L’aggettivo baroque va inteso nell’accezione di «grottesco»: ne è prova il sottotitolo «nello stile di Dargomyžskij», che fa riferimento a uno dei maggiori compositori russi dell’Ottocento, Aleksandr Sergeevič Dargo­myž­skij (1813 - 1869), autore di opere originali e ricche di innovazioni linguistiche.
La Danse baroque è un brano trascinante e ricco di colori, nel quale il tema principale non viene pressoché mai modificato, mentre cambia continuamente tutto ciò che gli ruota vorticosamente intorno. Dopo un canone strettissimo a due voci fra strumenti di registro acuto e strumenti di registro grave [ha inizio a 2:26], il tema principale si ripresenta a doppia velocità nella coda conclusiva [2:57], e poi rallentato nella perorazione che chiude il brano.


9 pensieri su “Čajkovskij 180 – Danse baroque

  1. meravigliosa, un esplosione di voci, come in una foresta quando ogni animale contribuisce al brulicare di vita…( mi sono immaginata proprio una scena di quel tipo)
    grazie Claudio, buona giornata

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.