With thy most gracious favour

William Byrd (c1540 - 1623): Prevent us, O Lord, anthem a 5 voci (pubblicato in Dow Partbooks, 1580, n. 58). The Tallis Scholars, dir. Peter Phillips.

Prevent us, O Lord, in all our doings with thy most gracious favour,
and further us with thy continual help;
that in all our works begun, continued, and ended in thee,
we may glorify thy holy Name.
And finally by thy mercy, obtain everlasting life;
through Jesus Christ our Lord. Amen.


William Byrd

20 pensieri su “With thy most gracious favour

  1. Claudio, mi è appena successa una cosa bella e sorprendente.
    Dunque, esco per rifornimento generi, faccio il giro largo perché camminare un pochino si deve e passo davanti al santuario in fondo alla via. Porte aperte e organicista all’opera! Sono entrata a godermi dell’ottima musica dal vivo 😀

  2. Dall’Inghilterra all’Armenia. Visto che non si smette mai d’imparare, ne ho approfittato per fare un giro su youtube, dove ho scoperto stupende musiche popolari armene e persino un gruppo rock, ma anche una cantante come Jacqueline Baghdasaryan, che insegna canto jazz a Lille ed è piuttosto brava in vari generi, dalla canzone popolare al jazz, al dance elettronico di Be4t Slicer. E dire che di armeno conoscevo solo Les deux guitares di Aznavour.

    • Qualcosa di più posso dirti – anche perché quando lavoravo al Dizionario di musica Utet mi sorbii tutte le voci sulle tradizioni musicali delle varie repubbliche socialiste sovietiche. Figura principale nella storia della musica armena è Padre Komitas, al secolo Sogomon Gevork Sogomonjan (pare che gran parte dei cognomi armeni finiscano in -jan, sillaba su cui cade l’accento tonico; anche il vero cognome di Aznavour era Aznavurjan). Questo padre Komitas oltre che compositore fu anche etnomusicologo e trascorse gran parte della propria esistenza a raccogliere testimonianze delle tradizioni musicali popolari armene; quando iniziò il genocidio vide andare letteralmente in fumo quasi tutto il suo lavoro, impazzì e finì in un manicomio. YouTube ha diverse cose sue, e adesso che mi hai dato l’input penso che gli dedicherò una delle prossime uscite 🙂

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.