Aspri martìri

Carlo Gesualdo da Venosa (1566 - 1613): Itene, o miei sospiri, madrigale a 5 voci (dal Libro quinto, 1611, n. 3). Exaudi, dir. James Weeks.

Itene, o miei sospiri,
precipitate il volo a lei
che m’è cagion d’aspri martiri.
Ditele per pietà
del mio gran duolo
ch’or mai ella mi sia
come bella, ancor pia
che l’amaro mio pianto
cangerò lieto in amoroso canto.


2 pensieri su “Aspri martìri

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.