Passacaglia sopra un’antica melodia inglese

Rebecca Clarke (1886 - 13 ottobre 1979): Passacaglia on an Old English Tune per viola e piano­forte (1941). Amber Archibald, viola; Jamie Namkung, pianoforte.
La melodia sopra cui è costruita la Passacaglia è tratta dall’inno 153 (Come, Holy Ghost, our souls inspire, ossia Veni, Creator Spiritus) dell’English Hymnal del 1906 ed è attribuita a Thomas Tallis.



Rebecca Clarke

20 pensieri su “Passacaglia sopra un’antica melodia inglese

    • Esattamente. Sono un po’ preoccupato per mio figlio, che in questi mesi sta facendo la spola fra Leeds e Oxford per il dottorato, e resterà in Inghilterra fino a Natale: un po’ di apprensione mi pare naturale.

      • E mica lo avevi detto… Mi dispiace. Non vive lì da più di cinque anni, immagino. Il passaporto ce l’ha? Quando mia figlia è andata per un talk a Birmingham, all’aeroporto sono stati un po’ fastidiosi e strafottenti per la carta d’identità. Che laurea ha tuo figlio? Che tipo di dottorato fa?

        • Non so perché, il lettore di Wp mi ha nascosto questo tuo commento: lo leggo adesso per puro caso.
          Mio figlio (il secondogenito) è laureato in scienze della terra (geologia) e sta facendo il dottorato presso l’Università di Padova, ma in effetti gira il mondo per poter condurre nei (pochi) laboratori sufficientemente attrezzati le analisi che gli servono. In sostanza, semplificando molto, studia particolari formazioni geologiche (carbonati) che risalgono alle epoche delle grandi estinzioni di massa per tentare di stabilire se le condizioni climatiche di allora possano essere messe in relazione con le attuali. In questi giorni sta lavorando al sincrotrone di Oxford, inseguendo una certa sua idea, e pare che i risultati fin qui ottenuti siano incoraggianti. Oggi gli ho detto scherzando che finirà per avere il Nobel prima del dottorato 🙂
          Nota bene che mio figlio è l’esatto contrario del “secchione”: è sempre stato un tipo molto estroverso, capace di farsi benvolere da tutti, sempre pronto a far bisboccia e a correre dietro a qualche ragazza, meglio se “esotica” – il recente ballottaggio fra una ungherese e una moscovita è stato vinto da quest’ultima.

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.