In ecclesiis

Giovanni Gabrieli (1557 - 12 agosto 1612): In ecclesiis, mottetto per doppio coro, strumenti e basso continuo (1608; pubblicato postumo in Symphoniae sacrae… liber secundus, 1615); testo dal Salmo XXVI (25), v. 12. Taverner Choir & Taverner Players, dir. Andrew Parrott.

In ecclesiis benedicite Domino. Alleluia.
In omni loco Dominationis benedic anima mea, Dominum. Alleluia.
In Deo salutari meo et Gloria mea.
Dominus auxilium meum et spes mea in Deo est. Alleluia.
Deus noster, te invocamus, te adoramus,
Libera nos, vivifica nos, Alleluia.
Deus, adiutor noster in aeternum. Alleluia.


In ecclesiis

20 pensieri su “In ecclesiis

  1. Mi piace molto! Finalmente un bel coro, in “dialogo” – ma è una definizione riduttiva per un brano di meravigliosa complessità che ho ascoltato tre volte – con ottime voci soliste e pochi strumenti: se non sbaglio, solo legni e ottoni. La musica sacra mi appassiona molto.
    Hai appena letto la recensione del famoso critico musicale La Zappa 😀

    • Per “strumenti di legno” o semplicemente “legni” si intendono gli strumenti a fiato nei quali il suono è prodotto da una colonna d’aria posta in vibrazione tramite un elemento di legno: questo elemento può essere un intaglio oppure una linguetta, ricavata da una canna o da un pezzo di corteccia, chiamata ancia.
      Quelli con l’intaglio (strumenti a suono di taglio) sono chiamati genericamente flauti; il flauto traverso oggi è costruito di solito in metallo, ma un tempo era di legno, per cui è considerato appartenente alla famiglia dei legni.
      Gli strumenti a ancia si distinguono in due categorie: a ancia semplice (clarinetti) e a ancia doppia (oboi). I sassofoni sono parenti stretti dei primi, in quanto hanno un’ancia semplice; fanno parte dei legni pur avendo il canneggio in metallo, perché l’ancia è appunto di legno.
      Per tradizione, nelle partiture orchestrali le parti dei legni occupano i pentagrammi più in alto, in quest’ordine: flauti, oboi, clarinetti e fagotti (questi ultimi hanno ancia doppia e costituiscono i bassi della famiglia degli oboi).
      Se hai altre domande chiedi pure.

      • Perché fatti di legno per un profano come me sono praticamente quasi tutti gli strumenti, ora tra voi esperti ,e lei è un esperta ho guardato il suo blog certe cose sono chiare e pacifiche, per me no e chiedo.
        Grazie per la tua pazienza.

        • Figurati, per me è un piacere.
          Per classificare gli strumenti devi considerare non tanto il materiale con cui sono per la maggior parte costruiti, quanto piuttosto quello con cui è fatto l’elemento che effettivamente produce il suono.
          Gli strumenti della famiglia del violino (che comprende anche viola, violoncello e contrabbasso) hanno corpo in legno, ma il loro suono viene prodotto dalle corde, perciò sono classificati come cordofoni. La parte in legno chiamata cassa armonica serve a dare consistenza al suono delle corde, che senza cassa armonica sarebbe esile.
          I cordofoni vengono classificati in base al modo in cui le corde sono fatte vibrare: ci sono dunque gli strumenti a corde sfregate (violino e simili), a corde pizzicate (arpa, chitarra eccetera, e poi clavicembalo) e a corde percosse (pianoforte).
          Sono aerofoni, oltre ai legni (e all’organo a canne), anche gli ottoni: corno, tromba, trombone e tuba.
          Poi c’è l’ampia categoria degli strumenti a percussione: comprende membranofoni (timpano, grancassa e tamburi vari) e idiofoni, che sono quelli in cui corpo dello strumento e corpo sonoro si identificano: campane e campanelli, gong, piatti, xilofono, marimba eccetera.
          Infine, in tempi relativamente recenti si è aggiunta la categoria degli elettrofoni: organo elettrico, sintetizzatore, onde Martenot e altri.

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.