Suite per liuto

Johann Georg Conradi (1645 - 22 maggio 1699): Suite in do maggiore per liuto. Eugen M. Dombois (1931 - 2014).

  1. Prélude
  2. Allemande [2:41]
  3. Courante [6:42]
  4. Menuet [9:05]
  5. Gigue [10:35]

34 pensieri su “Suite per liuto

        • “Ripetitivo”, in musica, può essere un pregio, in particolare se sei un minimalista o un rapper.
          Fra parentesi, la musica è l’unica forma d’espressione artistica che si fondi sul principio della variazione.
          Come ha avuto origine questo principio? Una bella melodia è particolarmente apprezzata dal pubblico, che la vuole ascoltare ancora e ancora; per non generare un senso di noia, l’esecutore nel ripeterla si ingegna a modificarla in tanti modi diversi, ma facendo sì che rimanga sempre ben riconoscibile.
          Componendo variazioni sopra un dato tema si può dar vita a un’opera d’arte a sé stante, indipendentemente dal fatto che il tema variato sia opera dello stesso autore delle variazioni oppure di un altro.
          In campo letterario, che io sappia, l’unico lavoro fondato sul principio della variazione è un testo di Raymond Queneau, Esercizi di stile (tradotti in italiano da Eco).

          "Mi piace"

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.