Andante con moto

Fanny Mendelssohn (1805 – 14 maggio 1847): Sonata in do minore per pianoforte H 128 (1824). Heather Schmidt.

I. Allegro moderato e con espressione
II. Andante con moto [5:55]
III. Finale: Presto [10:30]


FMB Hensel

Annunci

12 pensieri su “Andante con moto

  1. Buongiorno Claudio. Mi ci voleva questo bel pezzo, piacevole e cristallino per risollevarmi il morale stamane: il vento mi ha strappato una frontalina dal tetto e spostato alcune tegole. Oggi verranno a mettere a posto. Per fortuna a me solo quello, in altre parti del nostro villaggio sono stati sradicati alberi, divelte recinzioni, scoperchiati capannoni… dovremo abituarci ai monsoni prossimamente, credo.

    • Temo di sì, purtroppo il cambiamento climatico non è un’invenzione dei media e dovremo subirne le conseguenze. Il mio secondogenito, che attualmente si trova a Leeds per il dottorato in geologia, sta conducendo uno studio proprio sulle mutazioni storiche del clima terrestre, con la speranza di poterne ricavare indicazioni utili per affrontare il problema. Dice però che la situazione è seria.
      Mi spiace per i danni che hai subito, ma sono contento di poterti dare qualche briciola di consolazione con le mie proposte d’ascolto 🙂

      • Siamo in ritardo di cinquant’anni per intervenire sul clima. Ci sono già molti danni irreversibili. Dovremo abituarci a questa nuova situazione cercando di non peggiorarla troppo.
        Io ho limitato i miei danni anche perché a marzo ho fatto potare e mettere in sicurezza tutte le piante del mio giardino soprattutto quelle di alto fusto e con chioma importante. Una spesa consistente ma necessaria.
        Purtroppo non possiamo tornare indietro per quanto riguarda certe scelte che sono state fatte, sulla cementificazione, sull’abuso delle automobili rispetto ai mezzi pubblici, sull’enorme consumo di energia tratta dal nucleare e dai combustibili solidi e petroliferi, sulla grande distribuzione che ha scarti enormi e ha obbligato l’agricoltura a diventare intensiva e monotipica e sugli allevamenti che, in Australia e in Cina hanno già desertificato vaste zone del territorio.

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.