Come sei bella!

Henry Du Mont ovvero Henri Dumont (1610 – 8 maggio 1684): Quam pulchra es, mottetto a 2 voci e basso continuo (1668), testo tratto dal Cantico dei cantici. Greta de Reyghere e Agnès Mellon, soprani; Ricercar Consort.

Quam pulchra es, amica mea, quam pulchra es!
Oculi tui columbarum absque eo quod intrinsecus latet,
capilli tui sicut greges caprarum,
dentes tui sicut sicut greges tonsarum,
sicut vitta coccinea labia tua et eloquium tuum dulce.
Vulnerasti cor meum, soror mea sponsa,
favus distillans labia tua sponsa,
mel et lac sub lingua tua
quia amore langueo.
Quam pulchra es, amica mea, quam pulchra es!


Annunci

20 pensieri su “Come sei bella!

  1. per quanto mi riguarda in questo caso il testo prevale sulla musica. Il Cantico è un testo che va al di là del contesto religioso che lo accorpa e in certi punti è sublime. Buongiorno Claudio

    • Buon giorno, Daniela.
      Ma tu il Cantico come lo leggi? Come un’allegoria mistica o come un poema sull’amore profano?
      Inoltre ti chiedo: per te il testo prevale sulla musica nel caso specifico di questo mottetto di Du Mont o sempre, a prescindere?
      Nel mio blog ho indicato più volte quale “mio mottetto preferito” 😉 il Nigra sum di Victoria: lo conosci?

      • premetto che non ho un credo molto radicato, anzi è piuttosto vacillante, dunque leggo il Cantico come poema sull’amore profano che può essere però tanto sublime
        quanto un’estasi mistica, nulla di soprannaturale ma con momenti di totale astrazione in cui ci si “distacca” da ogni altro interesse reale.
        Per quanto riguarda la seconda domanda, non è una regola che il testo sia più importante dunque non mi esprimo a sfavore della musica a prescindere; in questo specifico mottetto si, ma ci sono molti esempi dove la musica supera di gran lunga il testo.
        il Nigra sum di Victoria l’ho ascoltato
        “Bruna sono ma bella,
        O figlie di Gerusalemme,
        Come le tende di Kedar,
        Come i padiglioni di Salma.
        Non state a guardare che son bruna,
        Perché mi ha abbronzato il sole”

        ti lascio questo breve audio, Buon pomeriggio!

  2. Mi è piaciuta. Non ho studiato latino ma questo testo lo si comprende molto bene, però avrei preferito fosse cantato da una voce tenorile, l’uomo che la dedica alla propria amata.
    Un bel canto d’amore: “soror mea sponsa” (sorella mia sposa ? io l’ho capita così, perdonami se sbaglio, “occhi di colomba, labbra rosse, bocca di miele”…)

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.