Un Concerto di Giuseppe Matteo Alberti


Giuseppe Matteo Alberti (1685 – 18 febbraio 1751): Concerto in sol minore per violino, archi e basso continuo Talbot XVII. Ensemble Guidantus, dir. e violino solista Marco Pedrona.

I. (Allegro)
II. Andante [3:38]
III. Allegro [6:13]


Guidantus

Annunci

Norwich


Sir Edward German (17 febbraio 1862 – 1936): Sinfonia n. 2 in la minore, Norwich (1893). National Symphony Orchestra of Ireland, dir. Andrew Penny.

I. Andante maestoso – Allegro molto
II. Andante con moto [10:09]
III. Allegro scherzando [18:07]
IV. Andante marcato – Allegro molto [23:19]


Of Rage and Remembrance (Corigliano 80)

John Corigliano (16 febbraio 1938):

  • Of Rage and Remembrance, ciaccona (composta sulla base del III movimento della Sinfonia n. 1) per voci e orchestra su testo di William M. Hoffman (1991).

  • Sinfonia n. 1 (1988-89).

Michelle DeYoung, mezzosoprano; Michael Accinno, voce bianca; Robert P. Baker e Michael Forest, tenori; Jason Stearns e James Shaffran, baritoni; National Symphony Orchestra, dir. Leonard Slatkin.

Sinfonia n. 1:
I. Apologue: Of Rage and Remembrance (Ferocious) [13:07]
II. Tarantella [26:46]
III. Chaconne: Giulio’s Song (Adagio) [35:00] – attacca:
IV. Epilogue (Adagio) [48:50]

Ispirata, in parte, dal NAMES Project AIDS Memorial Quilt, la Sinfonia è dedicata alla memoria di amici del compositore morti di AIDS. Alcune annotazioni di John Corigliano e la partitura completa si trovano qui.


AIDS Memorial Quilt
L’AIDS Memorial Quilt

Sinfonia del fuoco

Ildebrando Pizzetti (1880 – 13 febbraio 1968): Sinfonia del fuoco per baritono, coro e orchestra su testo di Gabriele d’Annunzio, composta per la scena del sacrificio nel film Cabiria (1914) di Giovanni Pastrone. Boris Statsenko, baritono; Städtischer Opernchor Chemnitz, Robert-Schumann-Philharmonie, dir. Oleg Caetani.

Invocazione a Moloch

IL PONTEFICE:
Re delle due zone, t’invoco,
respiro del fuoco profondo,
gènito di te, primo nato!

IL CORO:
Eccoti i cento puri fanciulli,
inghiotti! Divora! Sii sazio!
Karthada ti dona il suo fiore.

IL PONTEFICE:
Odimi, creatore vorace,
che tutto generi e struggi,
fame insaziabile, m’odi!

IL CORO:
Eccoti la carne più pura!
Eccoti il sangue più mite!
Karthada ti dona il suo fiore.

IL PONTEFICE:
Consuma il sacrificio tu stesso
nelle tue fauci di fiamma,
o padre e madre, o tu dio e dea!

IL CORO:
O padre e madre, o padre e figlio,
o tu dio e dea! Creatore vorace!
Fame ardente, ruggente…


IP

Vivo in doglie e moro in pene

Agostino Steffani (1655 – 12 febbraio 1728): Placidissime catene, duetto da camera (1699). Carolyn Watkinson, mezzosoprano; Paul Esswood, controtenore; Wouter Möller, violoncello; Alan Curtis, clavicembalo.

Placidissime catene,
rallentarvi è crudeltà.
Ha perduto ogni suo bene
chi ritorna in libertà.
Vivo in doglie e moro in pene
se i miei lacci Amor disfà.

Affanni, pene e guai
voi non farete mai
ch’io mi disciolga, no!
Amor, fa’ quanto sai:
dalla prigion ch’amai
mai, mai non fuggirò.


Placidissime catene