Della natura della luce diurna


Max Richter (22 marzo 1966): On the Nature of Daylight (da The Blue Notebooks, 2004). Il brano è stato incluso nelle colonne sonore dei film Shutter Island (2010) di Martin Scorsese e Arrival (2016) di Denis Villeneuve.


Max Richter

Annunci

8 pensieri su “Della natura della luce diurna

  1. Una bella musica, che ho presente, avendo visto di recente, Arrival. Non ne ho parlato perché non mi ha convinta, almeno nella seconda parte, che comprendendo anche la parte finale, mi è parsa indebolire il film nel suo complesso. Poi, in verità, la fantascienza non è il mio genere: mi fa sempre un po’ ridere! Probabilmente ho torto 😉 !

    Liked by 1 persona

    • Non ho visto Arrival. Come genere letterario, la fantascienza non mi dispiace: apprezzo autori come Isaac Asimov, Arthur C. Clarke e Ray Bradbury, ai quali deve qualcosa anche certo cinema di qualità. Fra i narratori, comunque, il mio preferito è Robert Sheckley, che fra l’altro ha ispirato La decima vittima di Elio Petri. Poi ho letto con piacere alcuni libri di Kurt Vonnegut, Douglas Adams, Ron Goulart. Sono autori (Sheckley compreso) per i quali l’elemento fantascientifico è più che altro un pretesto per trattare temi complessi, a carattere sociale o di tipo filosofico, oppure per scrivere storie umoristiche ambientate in una realtà diversa, in cui l’attendibilità dei fatti non è fondamentale 🙂

      Liked by 1 persona

      • Esiste un genere letterario che ha una rispettabilità. I guai arrivano quando si passa dall’immaginazione, che è della letteratura, agli efetti speciali che a colpi di computer-grafica puntano a creare un “meraviglioso” che nei film è spesso fittizio e volgarotto. Naturalmente con le dovute eccezioni: Kubrick, Riddley Scott; Tarkovskji, o lo stesso Verhoeven di Starship Troopers, che ho scoperto di recente e che è un film straordinario. Anche in tutti questi casi si tratta per lo più di pretesti per la riflessione filosofica o politica, in senso lato.
        Arrival è per certi aspetti interessante, soprattutto nella prima parte, che contiene la riflessione sulla possibilità-dovere di comunicare attraverso il linguaggio dei segni con degli alieni che pur essendo di apparenza minacciosa (sono eptapodi, ovvero polpi a sette zampe), sono meno spaventosi dei generali delle grandi potenze terrestri coalizzati e pronti a fare la guerra, tanti Strangerlovers grotteschi. La seconda parte introduce una concezione circolare del tempo che è molto elementare: qui mi vien da ridere! È molto ingenua e new-age questa seconda parte, che non rende più complesso, ma solo più inconsistente l’intero film, per altro molto elegante dal punto di vista formale. Nell’eterno ritorno circolare del tempo, passato e futuro si incontrano; la morte si esorcizza e i lutti trovano conforto; i generali guerrafondai diventano buoni, l’ottimismo trionfa. … Candide nel tempo dei mondi virtuali!
        Eccoti in estrema sintesi il mio parere su quel film (ma non è una recensione!).
        Ciao.

        Liked by 1 persona

  2. Questa musica… quale emozione.
    Ho ascoltato altro di Max Richter e… ho trovato un interesse vero grande in questo compositore e un piacere intenso nel far divenire le sue note mie…
    Io devo ancora scoprire molto di lui che è così ecclettico.

    Grazie, Claudio 🙂
    gb

    Non ho ancora visto Arrival.

    Liked by 1 persona

      • I suoi lavori ci riportano a importanti riferimenti letterari…
        Kafka e Milosz in “The Blue Notebooks” (il disco che lo ha consacrato), Viriginia Woolf nel suo ultimo “The Three Worlds”, un disco in tre parti, dedicato a Miss Dalloway, Orlando e Le Onde, tratto da uno spettacolo realizzato per il Royal Ballet di Londra.
        E non solo questo, ma molto molto altro mi affascina nella musica di Max Richter 🙂
        gb

        Liked by 1 persona

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...