Something rich and strange

Due canzoni di Ariele nella Tempesta di William Shakespeare (1610-11):
Full fathom five (atto I, scena 2a)
Where the bee sucks (atto V, scena 1a)
La musica è di Robert Johnson (c1583-1633), il quale compose questi brani appositamente per la rappresentazione del dramma shakespeariano. Canta Alfred Deller, accompagnato al liuto da Desmond Dupré.


Full fathom five thy father lies,
Of his bones are coral made,
Those are pearls that were his eyes:
Nothing of him that doth fade,
But doth suffer a sea-change
Into something rich and strange.
Sea-nymphs hourly ring his knell:
Hark! now I hear them:
Ding-dong, bell.


Where the bee sucks, there suck I.
In a cowslip’s bell I lie.
There I couch when owls do cry.
On the bat’s back I do fly
After summer merrily.
Merrily, merrily shall I live now
Under the blossom that hangs on the bough.


Shakespeare

William Shakespeare
* aprile 1564
† 23 aprile 1616

Annunci

2 pensieri su “Something rich and strange

  1. Oh, la grandissima voce di Deller accompagnata dal suono bello e delicato del liuto suonato dal bravo Dupré.
    Piacere nel cogliere “Ding-dong, Ding-dong, bell” con le modulazioni di questa voce particolare e rara.
    Ho apprezzato molto queste canzoni di Ariel.
    (Poi “The Tempest”…)

    Claudio, grazie.
    🙂
    gb

    Liked by 1 persona

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...