Il vento e la pioggia

Anonimo (sec. XVI-XVII): When that I was, canzone di Feste che conclude La dodicesima notte di William Shakespeare (1599-1601). Alfred Deller, haute-contre.

When that I was and a little tiny boy,
  With hey, ho, the wind and the rain,
A foolish thing was but a toy,
  For the rain it raineth every day.

But when I came to man’s estate,
‘Gainst knaves and thieves men shut their gate.

But when I came, alas!, to wive,
By swaggering I could never thrive.

[But when I came unto my beds,
With toss-pots still had drunken heads.]

A great while ago the world begun,
  With hey, ho, the wind and the rain,
But that’s all one, our play is done,
  And we’ll strive to please you every day.


Shakespeare

William Shakespeare
* aprile 1564
† 23 aprile 1616

Annunci

8 pensieri su “Il vento e la pioggia

  1. Meraviglia la voce di Deller con quel suo timbro chiaro puro dolce che mi affascina e che ho ascoltato anche in questo tuo blog molte volte.
    Bello il testo di “When that I was”.

    Grazie, Claudio.
    🙂
    gb

    Liked by 1 persona

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...