Nel cor più non mi sento


Giovanni Paisiello (1740-1816): «Nel cor più non mi sento», duetto, dal II atto dell’opera L’amor contrastato, ossia La molinarella (libretto di Giuseppe Palomba, 1788; ripresa nel 1790 con il titolo La molinara). Renata Tebaldi, soprano.



Bonifazio Asioli (30 agosto 1769-1832): Sonata in sol maggiore per pianoforte op. 8 n. 1. Esegue Vladimir Plešakov.
I. Presto
II. Adagio [a 6:22]
III. Tema («Nel cor più non mi sento» di Paisiello), 10 variazioni e Epilogo [a 11:18]



Ludwig van Beethoven (1770-1827): 6 Variazioni per pianoforte su «Nel cor più non mi sento» WoO 70 (1795). Esegue Wilhelm Kempff.



Niccolò Paganini (1782-1840): Introduzione e variazioni sul tema «Nel cor più non mi sento» per violino solo (1821). Esegue Leonid Kogan.



Giovanni Bottesini (1821-1889): Variazioni su «Nel cor più non mi sento» per contrabbasso e pianoforte op. 23. Gabriele Ragghianti, contrabbasso; Pier Narciso Masi, pianoforte.


Annunci

5 pensieri su “Nel cor più non mi sento

  1. Nel cor sento or…
    Oh, bello bello bello, sì, ascoltare la voce della Tebaldi e il suono del violino di L. Kogan e… tutto il resto.
    Torno con più calma.
    Ora gusto il tuo dono mentre gli occhi stanchi mi si chiudono…
    Grazie, amico mio caro.
    🙂
    gb
    Buona domenica!

    Liked by 1 persona

  2. e che so’?
    I fuochi d’artificio per festeggiare… il ritorno?
    WOW!

    (ovvimente sto gustando le variazioni di Ludovico… sublime! poi la sonata per piano…
    poi sentirò il violino…
    Poi contrabbasso e pianoforte…E concluderò con la Tebaldi, che immagino stupenda.)

    Ok, la giornata è cominciata alla grande!
    Viva Claudio!

    Liked by 1 persona

    • 🙂
      Anche il brano di Paisiello ha un posto, piccolo ma importante, nella mia personale storia musicale. Avevo da poco iniziato a frequentare la futura mamma dei miei figli, che è membro della comunità evangelica battista torinese; mi interessava molto approfondire le mie conoscenze relative all’uso che si fa della musica nel corso della liturgia protestante – sai bene quanto rilievo vi abbia. Il pastore, persona cortesissima, mi permise di seguire in più occasioni il culto domenicale dalla cantoria, seduto accanto all’organista, una dolce signora ultrasettantenne arguta e simpaticissima. Fu così che una domenica udii la comunità cantare le lodi del Signore sull’inconfondibile aria della bella molinara. Nell’innario della Chiesa riformata, che mi feci subito prestare, rinvenni poi i travestimenti spirituali di numerosi altri brani più o meno celebri del repertorio “classico”. Tutto questo mi aiutò a comprendere che la musica, in sé, non ha e non può avere significati extramusicali. La musica non esprime altro che sé stessa 🙂

      Liked by 1 persona

  3. Quante cose suggerisce questa pagina…
    le variazioni, come visioni differenti, come biodiversità. Diversi strumenti e vite diverse. Diversi modi di sentire. Voci diverse. Punti di partenza convenzionalmente distanti, che generano percorsi capaci di confluire in un unico punto dela musica e di portare intatta la propria diversità. Questa pagina è un inno al diverso, all’individualità, reso ancora più dolce, più struggente e vero dai tuoi ricordi personali. La successione cronologica precisa con cui Paisiello, Asioli, Beethoven, Paganini e Bottesini entrano su questa scena è di una bellezza difficile da descrivere. Ricorda l’importanza dell’esistenza di un ordine perché la creatività sia veramente libera e ricorda che di musica si tratta, quindi di tempo.
    Poi c’è tanto, davvero tanto altro e ognuno può cercarlo da sè. A cominciare dal gioco di capovolgere l’ordine, di fare il percorso all’inverso, per sentire come ogni visione trova la successiva, in quale modo, con quale matematica passionalità.
    Grande pagina.
    Buona domenica, un grazie più che mai vero.

    Liked by 1 persona

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...