Scomparsi il 28 luglio


Antonio Vivaldi (1678-28 luglio 1741): Concerto in do maggiore per oboe e archi RV 184. Silete Venti!; Simone Toni, solista e direttore.



Johann Sebastian Bach (1685-28 luglio 1750): Concerto in fa maggiore per oboe, archi e continuo BWV 1053R. Heinz Holliger, oboe; Academy of St Martin in the Fields, dir. Iona Brown.
La partitura originale è perduta: il concerto è stato ricostruito sulla base delle cantate Gott soll allein mein Herze haben BWV 169 (il I e il II movimento del concerto corrispondono alla I e alla V parte della cantata) e Ich geh’ und suche mit Verlangen BWV 49 (l’ultimo movimento del concerto corrisponde alla I parte della cantata).



Giuseppe Sarti (1729-28 luglio 1802): Sonata n. 4 in sol maggiore per oboe e continuo. Giuseppe Piccinino, oboe; Roberto Cognazzo, clavicembalo.

Annunci

7 pensieri su “Scomparsi il 28 luglio

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...