Melodie itineranti – IV

Anonimo: Parson’s Farewell, da The English Dancing Master di John Playford (Londra 16511). Ernst Stolz, pardessus de viole, flauto diritto, clavicembalo, chitarra rinascimentale e violone.

Parson's Farewell


Anonimo: Bourrée d’Avignonez, da Recueil de plusieurs vieux Airs faits aux Sacres, Couronnements, Mariages di André Danican Philidor l’Ainé (manoscritto datato 1690). Le Concert des Nations, dir. Jordi Savall.


Bourrée d'Avignonez

Annunci

Quintetto Kreutzer

Ludwig van Beethoven (1770-1827): Sonata in la maggiore per violino e pianoforte op. 47 (1802-03), dedicata a Rodolphe Kreutzer. David Ojstrach, violino; Lev Oborin, pianoforte (registrazione del 1962).

I. Adagio sostenuto – Presto – Adagio
II. Andante con variazioni [a 11:40]
III. Presto [a 27:03]


Anonimo: Quintetto in la maggiore per 2 violini, viola e 2 violoncelli, trascrizione (pubblicata a Bonn da Simrock nel 1832) della Sonata «a Kreutzer». L’Archibudelli: Vera Beths e Lucy Van Dael, violini; Jürgen Kussmaul, viola; Anner Bylsma e Lidewij Scheifes, violoncelli.

I. Adagio sostenuto – Presto – Adagio


II. Andante con variazioni


III. Presto


A partire dal terzo decennio dell’Ottocento sono stati pubblicati diversi adattamenti e trascrizioni della Sonata op. 47, a testimonianza della vasta popolarità di cui la composizione beethoveniana ha sempre goduto. Sull’argomento si trova in rete un interessante saggio di Matthew Oswin


Schroeder