Capriccio sopra il Cucù


Johann Kaspar Kerll (1627-1693): Capricio Cucu. Paolo Crivellaro all’organo della Cattedrale di Roskilde (Danimarca).


Kerll

Annunci

7 pensieri su “Capriccio sopra il Cucù

  1. Squisita la scelta dell’ottimo Paolo Crivellaro di sfruttare nel pezzo il solo registro Flauto 4′ anzichè i soliti fuorvianti cambi di registrazione. In tal modo l’attenzione si concentra sulla progressione delle idee musicali che corredano questo quadretto ornitologico…

    Mi piace

  2. Anche se non pertinente all’argomento, ti consiglio qui l’acquisto e la lettura di un testo davvero originale e interessante sui temperamenti storici: Dominique Devie – Le Tempérament musical, Philosophie, Histoire, Théorie et Pratique. Société de musicologie de Languedoc – Béziers 1990.(pp.540) I.S.B.N.2-905400-52-8. Ne esiste ora la ristampa. Anche se la rappresentazione grafica dei temperamenti non è delle più evidenti, la trattazione della materia è culturalmente vasta ed arguta. L’apparato iconografico è pure interessante. Cordialmente, Piero.

    Mi piace

    • Grazie. In effetti, a suo tempo, quando mi occupavo delle bibliografie del DEUMM, avevo letto una recensione del libro di Devie – da qualche parte devo conservare una fotocopia dell’articolo. Segnalerò alla Biblioteca musicale di Torino la ristampa, in modo che venga acquistata.

      Mi piace

      • Dato che ti sento prossimo all’ambiente musicologico torinese, hai notizie sul grande Alberto Basso (principe dei musicologi italiani) ? Pensa che l’avevo incontrato personalmente a Roma in occasione di un concorso studentesco della RAI al quale partecipavo, e ne conservo un ricordo indelebile. All’epoca conoscevo quasi a memoria il suo primo saggio “Il Corale organistico di J.S.Bach” il cui materiale confluì in seguito nel monumentale “Frau Musika”.
        Nutro per lui un’ammirazione sconfinata e spero che Dio ce lo conservi per tanti anni ancora… Scusa le digressioni, ma è più forte di me !

        Mi piace

        • Quanto è interessante tutto questo che leggo!
          Quanto mi piace sentire questo entusiasmo.
          Io non sono certo una musicologa, amo davvero la musica.
          La musica è in me da sempre.
          E sto imparando molto qui.
          🙂
          gb

          Mi piace

        • Conosco Basso da più di trentacinque anni, sono stato suo collaboratore dal febbraio del 1979: ho fatto parte della redazione del DEUMM stanziata nel suo studio a Pecetto Torinese e poi di quella che proseguì e portò a termine i lavori presso la sede della Utet a Torino. Basso è una persona fuori del comune, erudizione sconfinata e grande saggezza unite a simpatia e disponibilità (già il primo giorno di lavoro mi disse «Lavoriamo insieme, dunque diamoci il tu»). Dopo che la Utet mi ha dato il benservito ci siamo sentiti di rado: da tempo il professore si è ritirato a Saluzzo (abita nella casa natale di Silvio Pellico) fra i suoi gatti e i suoi libri; le ultime notizie che ne ho lo danno comunque in salute e sempre molto attivo nonostante i suoi quasi ottantatré anni 🙂

          Mi piace

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.