Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen

Johann Sebastian Bach (1685-1750): Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen, cantata BWV 12 su testo di Salomo Franck (forse) e Samuel Rodigast (n. 7); eseguita per la prima volta a Weimar il 22 aprile 1714. Paul Esswood, contraltista; Kurt Equiluz, tenore; Max van Egmond, basso; Tölzer Knabenchor, dir. Gerhard Schmidt-Gaden; King’s College Choir Cambridge, dir. David Willcocks; Leonhardt-Consort, dir. Gustav Leonhardt.

1. Sinfonia: Adagio assai
2. Coro: Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen [a 2:20]
3. Récitativo: Wir müssen durch viel Trübsal [a 8:21]
4. Aria: Kreuz und Krone sind verbunden [a 9:19]
5. Aria: Ich folge Christo nach [a 15:45]
6. Aria: Sei getreu, alle Pein [a 18:33]
7. Corale: Was Gott tut, das ist wohlgetan [a 22:50]

Per il testo e altre informazioni si veda qui.


Il basso ostinato del coro (n. 2) della cantata bachiana è costituito da una successione cromatica discendente di quattro note (passus duriusculus: secondo le convenzioni della retorica musicale, i cromatismi ascendenti o discendenti esprimono dolore). Su questo basso ostinato Franz Liszt compose un Präludium per pf. (R.23, 1859; dedicato a Anton Grigor’evič Rubinštejn) che qui possiamo ascoltare nell’interpretazione di Vladimir Horowitz:

In seguito, Liszt scrisse una serie di Variationen über den Basso continuo von J. S. Bachs Kantate «Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen» (R.24, anch’esse dedicate a A. G. Rubinštejn), composte sotto l’impressione della morte di Blandine Ollivier, la figlia che il musicista ungherese aveva avuto da Catherine-Adelaide Méran e che era defunta a Saint-Tropez l’11 settembre 1862. L’esecuzione che vi propongo è di Artur Aksenov:

Liszt rielaborò poi le variazioni in una versione organistica (R.382, dedicata a Alexander Wilhelm Gottschalg, organista e Kantor di Tiefurt), qui eseguita da Thibaut Duret all’organo Michel-Merklin-Kuyhn di Saint Louis de la Guillotière, a Lione:


Annunci

2 pensieri su “Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen

  1. Che incanto questa sera!
    Qui siamo in un altro mondo, in un’altra sfera.
    Io non sto bene ora, ma so che questa tua musica mi darà ciò di cui ho bisogno.
    Grazie, Claudio.
    Ascolto. Ascolto. Ascolto. Mi addormenterò con queste note da me amate.
    Ti sorrido
    gb

    Mi piace

Scrivi un commento:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...