Ductia


Anonimo del XIII secolo: Ductia. Ensemble Arte Factvm.

Nel trattato musicale del francese Johannes de Groche[i]o (Jean de Grouchy, c1255-c1320) – l’unico scritto teorico dell’epoca che si occupi della musica popolare (chiamata dall’autore musica simplex) – con il termine ductia viene indicata una forma di danza affine alla estampie, rispetto alle strutture eterometriche della quale la ductia presenterebbe caratteristiche di minore complessità. Secondo Johannes de Grocheo, il quale asseriva convintamente (come già Platone) che la musica abbia il potere di influire sulla psiche, «si dice che [la ductia] sia efficace nella cura di quella passione chiamata mal d’amore».