Fantasmagoria


Jehan Alain (1911-1940): Fantasmagorie (1935). Eseguito da Dragan Trajer sull’organo virtuale Mutin-Cavaillé-Coll della Cattedrale di Notre-Dame di Metz.
La Fantasmagorie, sorta di studio preparatorio per le celebri Litanies (1937), è di per sé un piccolo capolavoro. Sul manoscritto autografo si trova, chissà se casualmente o no, uno dei curiosi disegni di Jehan, raffigurante un animale fantastico:
Jehan Alain: disegno sulla partitura manoscritta della Fantasmagorie

Annunci

Tre in una


Thomas Ravenscroft (c1582-c1633): A round of three country dances in one, da Pammelia (1609), eseguito da Donna Stewart e i suoi Doppelgänger 🙂
Ecco un esempio significativo della maestria di Ravenscroft, che costruisce un round (canone) innestando sopra un ground di sua invenzione, con questo testo:

Sing after fellows as you hear me,
A toy that seldom is seen-a:
Three country dances in one to be,
A pretty conceit as I ween-a.


tre diverse country dances, e cioè Robin Hood, The Cramp e Tom boy Tom:

1. Robin Hood, Robin Hood, said Little John,
Come dance before the Queen-a
In a red petticoat and a green jacket,
a white hose and a green-a.


2. The cramp is in my purse full sore,
No money will bide therein-a,
And if I had some salve therefore,
O lightly then would I sing-a.
Hey, ho, the cramp-a.


3. Now foot it as I do Tom boy Tom,
Now foot it as I do Swithen-a,
And Hick, thou must trick it all alone,
Till Robin come leaping in between-a.


Bravissima anche Donna Stewart, ça va sans dire.


Non sposatevi!


Anonimo (sec. XV): Filles à marier.


Gilles Binchois (c1400-1460): Filles à marier. Ensemble Pro musica antiqua di Bruxelles, dir.
Safford Cape.
Una delle più interessanti chansons del Quattrocento, sopra un testo tradizionale consistente in un severo ammonimento.

Filles à marier,
ne vous mariez ja
se bien vous ne sçavés
quel mary vous prendra:
car, se jalousie a,
jamais ne vous ne luy
au cuer joye n’ara.
Et pour ce pensés y.

Tenor:
Se tu te marieras,
tu t’en repentiras.
Et quant? Et quant?
Avant qu’il soit ung an.

Viva Enrico IV

Pëtr Il’ič Čajkovskij (1840-1893): «Apothéose» finale dal balletto La bella addormentata (1890).
Nelle composizioni di Čajkovskij abbondano le citazioni di canzoni popolari russe e ucraine, e questo è ben noto. Ma vi sono anche numerose musiche tradizionali francesi, molte delle quali il giovane Čajkovskij apprese dalla sua governante Fanny, che era appunto francese. Originaria della Francia, del resto, era la famiglia della madre del musicista.
Così, per esempio, la parte centrale del II movimento del Concerto per pianoforte op. 23 è fondata sulla chansonette Il faut s’amuser, danser et rire, mentre la parte conclusiva della Bella addormentata è costituita dalla citazione letterale e completa dell’inno della monarchia francese Vive Henri IV :

Vive Henri Quatre!
Vive ce roi vaillant!
Ce diable à quatre
A le triple talent
De boire et de battre
Et d’être un vert galant.


Con organo


Camille Saint-Saëns (1835-1921): Terza Sinfonia in do minore op. 78 «con organo» (1886). Bernard Gavoty, organo; Orchestre National de l’ORTF, dir. Jean Martinon.

I. Adagio – Allegro moderato – Poco adagio
II. Allegro moderato – Presto – Maestoso – Allegro [a 20:28]

Da Tallis


Thomas Tallis (1505-1585): Why fum’th in fight?. Composto per il salterio dell’arcivescovo di Canterbury, Matthew Parker (1567).

Why fum’th in fight the Gentiles spite, in fury raging stout?
Why tak’th in hand the people fond, vain things to bring about?
The Kings arise, the Lords devise, in counsels met thereto,
against the Lord with false accord, against His Christ they go.


Ralph Vaughan Williams (1872-1958): Fantasia on a Theme by Thomas Tallis per doppia orchestra d’archi (1910).